COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. Consulta il nostro Centro Assistenza.

Samantha
Sposa Curiosa Luglio 2018 Milano

Il momento giusto per una gravidanza esiste?

Samantha, il 23 Gennaio 2020 alle 17:05 Pubblicato in Future mamme 0 14
Salvato Salva
Rispondi

Ciao ragazze,

vi spiego la mia situazione.

Ho 35 anni e sono felicemente sposata da due anni. Premetto che adoro i bambini.

Amo viaggiare, l'arte, i concerti, mangiare cibi etnici, ho l'entusiasmo di una bimba.

Il mio spirito,"egoisticamente" mi direbbe di godermi ancora per un pò la vita di coppia (E' sotto gli occhi di tutti che gli amici con figli non fanno più la vita di prima, poi avrei paura anche di avere problemi nel rientrare al lavoro).

La mia parte razionale però mi dice che forse sarebbe il caso di iniziare a pensare alla maternità.

Non sono più giovanissima, e non è detto che la gravidanza arrivi immediatamente. Ho paura di perdere l'attimo giusto, e di poterlo rimpiangere.

Quali sono le vostre opinioni ed esperienze?

Devo aspettare il desiderio di maternità, o è meglio agire lucidamente?

Grazie per l'attenzione Smiley kiss

14 Risposte

Ultime attività da Erica, il 31 Gennaio 2020 alle 16:03
  • Erica
    Sposa Saggia Ottobre 2019 Monza e Brianza
    Erica ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Che belle parole Sara!

    • Rispondi
  • V
    Sposa Abituale Giugno 2026 Bergamo
    Valentina ·
    • Segnala
    Secondo me non esiste il momento giusto per avere un figlio l'importante è che nella coppia ci si ama e ci si rispetta
    Tante mamme dicono e... Io ti ho avuta a 30 anni come da dire aspetta fino a che fai i 30. Ma io i figli li faccio quando me la sento io sono io che li devo mantenere.
    Avere già una casa con il proprio futuro marito è importante
    • Rispondi
  • Noemi
    Super Sposa Agosto 2018 Siracusa
    Noemi ·
    • Segnala
    Penso che esista il desiderio o no,poi le paure ci saranno sempre e vanno affrontate al momento,fai ciò che ti dice il cuore,magari iniziate la ricerca così senza impegno,vedrai che il positivo vi stupirà e vi porterà tanta gioia☺️☺️❤️
    • Rispondi
  • Valentina
    Sposa Master Giugno 2014 Bergamo
    Valentina ·
    • Segnala
    Anche io dico che il momento perfetto non esiste... Ci si deve un po' lanciare nel vuoto e vivere alla giornata senza troppi pensieri... Realisticamente la vita con un figlio cambia, bisogna trovare un equilibrio completamente nuovo e incentrato sul figlio/a che diventa una ragione di vita ma non per questo tutto il resto deve svanire o passare in secondo piano. Io e mio marito abbiamo sempre viaggiato, continuiamo a farlo con un figlio ma in modo diverso, con tempi e modi diversi. Io ho 35 anni, il mio primo figlio é arrivato dopo quasi 5 anni dal momento in cui abbiamo deciso di voler diventare genitori e adesso sono nuovamente incinta, ci siamo detti "o adesso o mai più" vista la nostra esperienza e l'età, non siamo né giovani né vecchie, diciamo che é il momento in cui iniziare a pensarci realisticamente. Non si é mai pronti per diventare genitori, lo si diventa nella pratica ritrovandosi nella situazione, é un cambiamento radicale faticoso, impegnativo,... ma immensamente ricco di emozioni uniche e impagabili che in modo naturale portano i genitori al cambiamento. Pensateci e parlatene insieme per capire se é un vostro desiderio, tutto il resto poi verrà da sé.
    • Rispondi
  • S
    Sposa Precisa Ottobre 2020 Mantova
    Sara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Guarda pure io sono abitudinaria e molto ansiosa!! È infatti pure la gravidanza l ho vissuta con ansia purtroppo. Sono pure emetofobica (fobia del vomito) ed ero terrorizzata all' idea che magari mi venivano le nausee ( che son venute eccome, ma mai vomitato) poi di paure ce ne sono tante e se uno ci pensa razionalmente forse un figlio non lo fa perché vede cose negative ovunque, sacrifici, limitazioni. Quindi alla fine è una decisione che si prende più di pancia, cominci a pensare, se non ora quando? Che motivo ho di rimandare? Devi capire se buttarti in questa nuova avventura nonostante le paure è una cosa che ti renderebbe felice o no. Io quando abbiamo deciso di provarci ero felicissima, eppure la prima volta che abbiamo provato poi sono andata in bagno a lavarmi e quel mese ho sperato in fondo che il ciclo mi venisse perché così subito, era troppo presto! 🤣🤣🤣 Ma era solo paura, alcuni mesi dopo ero la prima a sperare di vedere un test positivo! Devi secondo me, guardarti dentro e capire dove finisce il tuo desiderio e inizia la paura, nella mia mente la vedevo come un muro, un ostacolo che mi copriva la vista e mi limitava il futuro. Una volta capito che tante Delle cose che sentivo erano dovute dalla paura allora ho anche capito che dovevo solo avere il coraggio di superare quel muro e vivere. Perché buttarsi in qualcosa che si desidera e che spaventa significa vivere alla fine. Altrimenti si sta sempre fermi dietro quel muro ad aspettare un qualcosa che forse non arriverà mai.
    • Rispondi
  • Samantha
    Sposa Curiosa Luglio 2018 Milano
    Samantha ·
    • Segnala

    Buongiorno ragazze,

    vi ringrazio per le vostre belle testimonianze e per i consigli.

    I miei timori derivano un pò dal fatto che sono abitudinaria (e questa è una decisione che ti rivoluziona la vita), un pò dal fatto che sono ansiosa.

    Sono ansiosa adesso, figuriamoci quando avrò dentro di me un'altra persona a cui badare. Già sò che avrò paura a mangiare qualsiasi cosa, a fare ogni minimo movimento...

    Però sono sicura di volere figli, e credo che a quasi 35 anni sia il caso di cominciare a pensarci seriamente, sebbene non mi senta prontissima.

    Ma come mi avete giustamente detto voi, credo che non ci si senta mai del tutto pronte.

    • Rispondi
  • Fanny
    Sposa Precisa Settembre 2017 Torino
    Fanny Online ·
    • Segnala
    Io sono nella tua stessa situazione, amo la mia vita com'è stata fino ad ora e sono terrorizzata dall'idea della gravidanza, del parto e di quello che seguirà. Ma ad in certo punto ho dovuto fare i conti con il fatto che ho 34 anni ed ho sempre immaginato che prima o poi almeno un figlio lo avrei voluto. Insomma, ne ho paura (il mese scorso ho avuto qualche giorno di ritardo ed ero seriamente in panico!), ma so che non voglio trovarmi in futuro con il rimpianto di non averci nemmeno provato.
    Al momento è qualche mese che abbiamo eliminato i contrccettivi, e vediamo se arriverà!
    Sono dell'idea che ad in certo punto bisogna lanciarsi e basta, non c'è secondo me un momento in cui si è veramente "pronte", non per tutte almeno.
    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala

    Non siamo tutte uguali, e un momento perfetto in assoluto non esiste. Banalmente, ti direi che il momento perfetto è quando entrambi siete pronti, ma la realtà è che non si è mai realmente pronti, e non tutte hanno un desiderio di maternità spiccato.

    Io per dirti, se avessi aspettato il desiderio di maternità, probabilmente non avrei ancora figli! Non ho mai "capito" quale fosse il momento giusto, o meglio alcuni "parametri" li avevamo (insieme da tanti anni, abbiamo convissuto per 4 anni, sposati, entrambi con buoni lavori), però il desiderio di fare un figlio non scaturisce da lì.

    Io ho sempre amato la nostra vita a due, la vita sociale, i viaggi, le uscite, anche senza fare chissà che vita mondana eh, semplicemente la nostra vita e non ero sicura di volere un figlio a rompere questa situazione perfetta.

    Quando ho deciso di interrompere la pillola, l'ho fatto perché sapevo che prima o poi avrei voluto un figlio, non mi immaginavo comunque una vita per sempre a 2, e alla fine ho agito "d'impulso" diciamo, dicendo vediamo come va, se avessi atteso il momento in cui mi sentivo davvero pronta penso non l'avrei mai fatto. L'idea era se viene viene, se non viene va bene lo stesso. Ci sono voluti solo pochi mesi, la gravidanza tranquilla, il parto un po' meno e oggi sono mamma di una bambina di 2 anni e mezzo.

    La vita cambia? Certo. Ma la vita cambia in ogni caso, con o senza figli. Io ci tenevo a restare il più possibile quella di prima, e preservare la mia vita com'era prima dei figli, e, con i dovuti cambiamenti inevitabili, l'ho fatto e sto cercando di continuare a farlo. Lavoro, esco, viaggio, coltivo i miei hobby, faccio cose con mia figlia e senza, la vita per me non si esaurisce con la maternità, non mi serviva mia figlia per sentirmi completa. Lo ero prima, e lo sono oggi, quello che mia figlia mi ha dato è tanta gioia in più, è una vita ancora più piena e ricca. Le cose non vanno sempre come pensi, non tutto è facile e le difficoltà sono all'ordine del giorno, ma non tornerei mai indietro.

    Valuta dentro di te se in un futuro comunque senti di desiderare un figlio, parlane con tuo marito, e poi a un certo punto lanciatevi (con coscienza, ovvio, ma senza stare a pianificare troppo).

    • Rispondi
  • Alice
    Sposa VIP Settembre 2016 Bologna
    Alice ·
    • Segnala
    Come ti hanno già detto le altre ragazze, un momento perfetto non esiste.. L'unica che sa quando sia il momento giusto sei tu insieme a tuo marito! Ponderate i pro e i contro e fate una scelta!
    • Rispondi
  • Roberta
    Super Sposa Luglio 2014 Pavia
    Roberta ·
    • Segnala
    Il momento giusto per diventare genitori non esiste. Noi abbiamo 34 anni e abbiamo due bambini di 4 anni e 10 mesi. Stiamo insieme da 14 anni e prima del matrimonio non pensavo proprio ad avere dei figli. La nostra vita piena di impegni, concentrata su di me, su di noi, sul lavoro, mi piaceva così. Dopo il matrimonio però ho sentito il bisogno di dedicare me stessa ad un essere completamente dipendente da me. Ecco, la mia prima figlia lo era fin troppo dipendente da me ma grazie a lei sono cresciuta e maturata. Il legame con mio marito si è rafforzato e dopo tre anni abbiamo deciso di avere un altro figlio. Il lavoro poi va e viene. Quando ero in maternità hanno chiuso l'azienda dove lavoravo ma a novembre ho trovato un altro posto di lavoro. E ti dirò, meglio dove sto ora che prima anche se pensavo che quella in cui stavo era l'azienda perfetta. I figli cambiano la tua prospettiva su tutto, diventano la tua priorità e tu ti senti forte come un leone, pronta ad affrontare nuove sfide con più consapevolezza di te. Il mio consiglio è quello di buttarvi ma solo se avete un minimo di convinzione, poi il resto verrà da sé. In bocca al lupo!
    • Rispondi
  • Z O E & M A T T E O ✨
    Sposa Saggia Ottobre 2014 Bologna
    Z O E & M A T T E O ✨ ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Penso che non esista migliore risposta

    • Rispondi
  • S
    Sposa Precisa Ottobre 2020 Mantova
    Sara ·
    • Segnala
    Mi sono posta anche io questi problemi quando ho iniziato a riflettere sulla questione, è la paura del cambiamento, della responsabilità e soprattutto del fatto che poi non si torna più indietro, che la vita cambia per sempre. Quindi è importante sentirlo come un desiderio che viene proprio da dentro perché è una cosa davvero importante. Noi non siamo mai stati molto festaioli, ma abbiamo sempre amato i nostri spazi, stiamo insieme da 13 anni e 5 di convivenza quindi siamo abituati alla coppia. Forse è soggettivo per ognuno come questo desiderio si fa strada, io non sono mai stata una che amava i bambini e da figlia unica ho passato la vita a concentrarmi su me stessa. La convivenza ha probabilmente cambiato le cose, si è creato un equilibrio di coppia molto più stabile e forte e giunta ai 30 anni ho iniziato a pensare alla faccenda della maternità, con parecchie domande nella testa. Le paure sono tante ma devi vedere la tua vita in prospettiva, pensi che avere un figlio col tuo compagno sia una cosa che desideri? Fa parte dei tuoi progetti o non è così indispensabile? Io ero sicura del fatto che lo volevo, che sarebbe stato il nostro prossimo passo, ero spaventata quello si. Dopo un anno di riflessioni ci siamo buttati e tra una cosa e l altra c è voluto quasi un anno di tentativi per rimanere incinta, e quel tempo mi è anche servito a capire a livello pratico quando davvero le desideravo quelle due linee che non apparivano mai!!!! Poi finalmente è successo, la gravidanza non è stata semplice, adesso sono al nono mese, ma devo dire che anche nei momenti peggiori non ho mai pensato chi me l' ha fatto fare o cose del genere, la bimba nella mia pancia è stata la cosa più importante di tutte fin dal primo giorno. So che la vita cambierà, ma ho deciso di accettare la sfida perché alla fine una vita senza sfide, senza nuove esperienze e nuove emozioni che vita è? È questa la consapevolezza che devi avere, è questa la sfida che vuoi vivere nel tuo futuro? Insieme al tuo compagno? Se la risposta è sì allora tutte le paure e domande verranno scansate.
    • Rispondi
  • Marika
    Sposa VIP Luglio 2017 Reggio Emilia
    Marika ·
    • Segnala

    Ciao Samantha..... io credo che non si è mai pronti a diventare genitori però quando è arrivato il momento lo capirete entrambi.. Ho la tua stessa età e sono incinta.... è vero che potrebbe non arrivare subito e che magari ci vorrà del tempo, ed è altrettanto vero che 35 anni non sono pochi, lo so è brutto da dirsi ma è così, soprattutto se si pensa di farne almeno due ( da considerare eventuale cesareo e quindi tempo di almeno due anni tra un parto e l'altro)... l'unico consiglio che mi sento di darti è di fare tu e lui tutti i controlli ...una volta accertati che è tutto ok allora aspettate pure il momento giusto... metti caso avete una cosa stupida da risolvere ma lunga magari potreste pentirvene di non averlo fatto prima, tutto qua.

    • Rispondi
  • Federica
    Sposa TOP Dicembre 2017 Torino
    Federica ·
    • Segnala
    Ciao bella anche io mi sono posta spesso le domande che ti fai! Fino a qualche anno fa io e mio marito eravamo concordi sul fatto di non volere figli, abbiamo 31 anni io e 32 lui ma siamo sempre stati molto festaioli, come te amiamo uscire con gli amici, cene fuori, viaggi.... ci siamo sposati nel 2017 dopo 2 anni di convivenza e piano piano si è fatta strada in noi il desiderio di allargare la famiglia... premetto che io non ho mai amato particolarmente i bambini ma chissà perché questo desiderio iniziava a farsi sempre più forte, ad agosto 2018 abbiamo detto proviamoci, se arriva bene se non arriva non ne faremo una malattia... ecco, il mese dopo ero incinta e ora abbiamo una bellissima bambina di 7 mesi che è diventata la nostra vita ❤️ Lavorativamente parlando eravamo tranquilli, entrambi con lavoro a tempo indeterminato, peccato che quando stavo per entrare in maternità obbligatoria l’azienda dove lavoravo da anni chiude di punto in bianco! 😱 mi è andata bene, a ottobre ho ritrovato lavoro e ho iniziato due settimane fa in un nuovo posto e fino a giugno ho anche le due ore di allattamento quindi da quel lato li è andata più che bene anche se non ti dico che pianti e che preoccupazione in questi mesi (fare la casalinga non è proprio nella mia indole!). Comunque, è una scelta molto personale ma penso sia una cosa che si debba sentire perché quando sei in ballo devi ballare, non puoi dire “ah scusate mi sono sbagliata!” 😂 Fortunatamente la nostra indole è sempre la stessa, ci facciamo i weekend fuori con lei anche se ora bisogna ricercare delle comodità che prima non prendevamo neanche in considerazione, le cene con gli amici le facciamo lo stesso ma magari preferiamo farle a casa piuttosto che al ristorante, diciamo che facciamo le cose di prima ma a misura di bambino e devo dirti che mi piace questo nuovo assetto familiare ❤️
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti