COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. Consulta il nostro Centro Assistenza.

Chiara
Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria

Difficoltà nell'attaccare neonato al seno

Chiara, il 29 Agosto 2020 alle 13:40 Pubblicato in Future mamme 0 92
Salvato Salva
Rispondi
Ciao a tutte. Mio figlio di 2 settimane ha difficoltà ad attaccarsi al seno. Ogni poppata è una battaglia e mi crea uno stress incredibile. Qualche esperienza?

92 Risposte

Ultime attività da Laura, il 1 Novembre 2020 alle 17:19
  • Laura
    Super Sposa Maggio 2018 Roma
    Laura ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Ester, ti capisco benissimo, anche io ci sono passata! Ho preso anche io antidolorifico per oltre un mese, ho avuto mastiti, ingorghi, sindrome di Raynaud (non mi ricordo come si scrive)... un caos. Stavo per passare al latte artificiale al 3 mese, ma proprio dal terzo mese in poi il dolore mi è passato. Ho letto che alcuni casi di attacco sbagliato (mia figlia non apriva bene la bocca e mi deformava i capezzoli) si risolvono da soli quando il bimbo cresce. La cosa migliore sarebbe trovare qualcuno che possa dare un aiuto valido per migliorare l'attacco (a me non hanno aiutato molto), oppure potresti valutare (se il pediatra è d'accordo) l'allattamento misto alternato, almeno riposi un po' dal dolore. Io l'ho fatto per un periodo (in realtà con l'idea di scalare le poppate per arrivare al 100% artificiale) e poi ho eliminato via via i biberon. Ti sono vicina perché so che è difficilissimo, ma qualunque scelta farai è quella giusta. Sfido chiunque ad allattare con certi dolori! Io ho resistito per tre mesi solo perché avevo un seno sempre arrossato e mi avevano detto che non potevo smettere in quelle condizioni e mi doveva passare prima il rossore, ma credimi è stato un incubo. Non vedevo via d'uscita.
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Ah ok ecco mi ero persa questo, scusami. Io dopo un po' avevo smesso di attaccarlo a causa delle ragadi (che ormai erano tipo crateri). Se hai male comunque, perché fare la martire e continuare così? Questo mi disse la mia dottoressa, ed effettivamente ora concordo. Mi sento comunque di aver fatto il possibile, quindi va bene così (ma ci ho messo un mese per farmene una ragione).

    • Rispondi
  • Ester
    Sposa Saggia Agosto 2019 Vercelli
    Ester ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Si potrei tirarlo ma x farlo è non impazzire dal dolore devo sempre essere sotto effetto di brufen... È dopo un mese fatto con 3 brufen al giorno volevo evitare.... Proverò cmq ad attaccarla meno e a tirarlo... Spero o che mi passi il male o che se ne formi sempre meno!
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Ma se hai il latte, perché non tirarlo e dare il biberon con il tuo latte? Io inizialmente facevo così... Andando avanti poi il seno si gonfia di meno, a me succedeva nel primo mese più o meno, dopo la montata. Per le pastiglie sinceramente non saprei dirti.

    Ma non disperare, la via di uscita si trova. Lo so che adesso ti sembra tutto una tragedia (lo so perché ci sono passata), ma pensa a quello che ti fa più stare bene e tornare il sorriso.

    • Rispondi
  • Ester
    Sposa Saggia Agosto 2019 Vercelli
    Ester ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Chiara... Infatti anche io questi giorni lo sto vivendo come un incubo...se non dovessi attaccare la bimba o tirarlo x 2/3ore il seno diventa gonfio di latte e ho paura di andare incontro nuovamente a mastite... L'unica soluzione ahimè sono le pastiglie... Ma anche lì non ho capito (perché c'è chi dice una cosa chi un'altra) se devo tirarlo o no mentre prendo le pastiglie.... Sono in una situazione dove a volte non vedo via di uscita😭
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Se il bambino non si attacca più e non lo tiri col tiralatte dopo poco va via... Ugualmente se dovessi poi riprendere ti ritorna.
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Mimma, anche per noi alla fine non è andata. Abbiamo resistito un mesetto, poi finora io mi tiravo il latte per dargli il mio. Purtroppo tirare il latte porta via un sacco di tempo e ora siamo passati esclusivamente alla formula... Ma pazienza, va bene così. Per fortuna cresce bene (2 mesi e mezzo per quasi 6.5kg) e io sono più serena.
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Ester, mi dispiace per la tua situazione e credimi ti capisco benissimo. Anche io mi sono fatta tanti pianti ma mi sento di averle provate tutte prima di rinunciare e credo tu abbia fatto lo stesso. Come mi ha detto una mia amica, meglio un biberon con il sorriso che la tetta con le lacrime. Penso che non faccia bene né a te né al tuo bimbo questo tuo esaurimento... Per me era lo stesso e dopo un po' ho rinunciato. Rimane un rimpianto ma che posso farci? Il primo mese di mio figlio non me lo sono vissuto bene, e questo è un rimpianto ancora maggiore.
    Tu riesci a tirarti il latte? Se sì puoi dare un po' di tuo col biberon. Altrimenti dai solo la formula, credimi, l'amore di una mamma non si misura in questo modo.
    Un abbraccio fortissimo.
    • Rispondi
  • F
    Super Sposa Maggio 2018 Lecco
    Fede ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ti capisco.. è una bruttissima sensazione e nessuna mamma dovrebbe sentirsi così..
    • Rispondi
  • P
    Sposa Principiante Giugno 2018 Napoli
    Piera ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Ester, è andato via da solo dopontre giorni. Ma esistono delle pillole apposta
    • Rispondi
  • Ester
    Sposa Saggia Agosto 2019 Vercelli
    Ester ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Io al pensiero di passare all'artificiale e mandare via il mio latte sto male, piango in continuazione ma d'altronde io sto avendo problemi su problemi (ho raccontato la mia storia in risposta a questo topic) sto resistendo, mi sto riempiendo di medicine, non ne posso più...eppure mi sento così in colpa al solo pensiero di non allattarla più 😭
    • Rispondi
  • Ester
    Sposa Saggia Agosto 2019 Vercelli
    Ester ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Se posso chiederti come hai fatto a mandare via il tuo latte?
    • Rispondi
  • Ester
    Sposa Saggia Agosto 2019 Vercelli
    Ester ·
    • Segnala
    Ti riporto l'esperienza che sto vivendo: la mia Sveva ha 26 giorni, ho avuto da subito ragadi profondisdime che sanguinavano ed il male che avevo veniva attenuato dal brufen, poi è arrivata la mastite con febbre alta e vai di antibiotico 3 volte al giorno e per finire candida ai capezzoli con fitte allucinanti ai seni a che quando la bimba non si attacca, la sto curando con medicinali ed intanto continuo ad allattare sotto brufen... La mia piccola sta prendendo l'aggiunta di latte artificiale perché il mio latte non le basta, tutto questo x dirti che non sempre l'allattamento è piacevole e fila liscio... Io mi sono data tempo ancora una settimana poi passo all'artificiale completamente... Io mi sto esaurendo e lei he risente, non è questo lo scopo dell'allattamento... Spero tu abbia una storia meno complicata della mia 😉
    • Rispondi
  • Mimma
    Sposa Precisa Marzo 2018 Latina
    Mimma ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Chiara...eh niente ho mollato anche io dopo una settimana scarsa di "allattamento". Evidentemente io non avevo nulla, lui se prendeva qualcosa era solo per l'aggiunta. Diciamo che moralmente va meglio ma a volte mi fermo a pensare: se avessi insistito, se avessi tolto l'aggiunta rischiando ma rieducandolo al seno...tanti "se, se, se" però ora che il mio piccolino che adesso ha 35 giorni cresce bene e a ritmi regolari col l'artificiale io sono più serena. Anche l'ostetrica del corso pre parto e la consulente dell'allattamento mi hanno detto che il bambino prima di latte ha bisogno di una mamma serena. Ho scelto il "meglio" per lui, per la sua crescita. Il problema secondo me è nato in ospedale, dove no ho avuto alcun sopporto ma solo la "romanzata" del latte materno. Ok è importante e bellissimo...ma che posso fare se è andata così? Mio figlio sta bene, cresce, è vispo...certo, abbiamo problemi di colichette ma non fa nulla, lui sta bene.
    • Rispondi
  • F
    Super Sposa Maggio 2018 Lecco
    Fede ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Grazie!
    Devo dire che i primi 3 mesi mi ha aiutata tantissimo mio marito perché lavorava da casa per via del Covid quindi riusciva a darmi una mano come poteva...
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Complimenti per la costanza, sei stata bravissima! Io sto smettendo perchè non riesco a trovare il tempo...

    • Rispondi
  • F
    Super Sposa Maggio 2018 Lecco
    Fede ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Si si..il mio bimbo fa 7 mesi martedì e da una settimana sono passata a toglierlo 3 volte al giorno, invece di 4, per diminuire un po' la produzione visto che ormai da un mesetto mangia la pappa a mezzogiorno e ora inizieremo quella della sera. È un grosso impegno, ma io ci tenevo troppo ad allattarlo, ma visto che non è andata come speravo ho voluto dargli il mio latte!
    • Rispondi
  • Anna
    Sposa Abituale Agosto 2017 Como
    Anna ·
    • Segnala
    Le prime due settimane sono state difficili, provavo dolore perché il piccolo non apriva bene la bocca e di conseguenza prendeva solo il capezzolo e non parte dell’areola..ogni volta che piangeva per fame avevo l’ansia di attaccarlo..mi dicevo: dovrebbe essere una cosa così bella e naturale, perché io la vivo così male? Ho avuto sanguinamento dei capezzoli, ingorghi... nel momento in cui avevo deciso di abbandonare, tutto è andato migliorando, il piccolo ha imparato ad aprire bene la bocca e non retrarre più il mento inferiore all’interno come invece prima faceva, il dolore è diminuito fino a scomparire del tutto ed il momento dell’allattamento è diventato Piacevole, emozionante. Purtroppo però non a tutte va così...sono dell’idea che non si è meno mamma se si da il LA e il legame mamma-figlio sia sempre unico. Il piccolo ha bisogno di tranquillità e di una mamma serena. Questo è l’importante.
    • Rispondi
  • P
    Super Sposa Giugno 2018 Napoli
    Piera ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Laura capisco benissimo il tuo stato d'animo perché è lo stesso che ho provato io. Io avevo dolori atroci, mio figlio attaccato 24h al giorno e piangeva di continuo. La consulente mi disse che era sazio, che il suo calo peso (400gr in 1 mese) era normale...impossibile che una donna non abbia latte..è la natura! L'ho mandata al diavolo e gli ho dato l'artificiale. Siamo rinati tutti e due
    • Rispondi
  • Laura
    Super Sposa Maggio 2018 Roma
    Laura ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Io non ho contattato la leche league, ma una consulente indipendente + ostetrica della sanità pubblica. Io avevo dolori atroci durati tre mesi, capezzolo che usciva schiacciato SEMPRE e hanno sempre negato l'evidenza, negato che fosse schiacciato 😒, dubitato che potessi provare un dolore così atroce! Hanno anche insinuato che fossi troppo sensibile. Ho continuato con l'allattamento per puro caso, solo perché quasi da un giorno all'altro mia figlia ha iniziato ad aprire bene la bocca (prima non c'era verso) ed il dolore è sparito. Loro, quando vedevo le stelle, mi dicevano che si attaccava benissimo, "da manuale". Per questo dico che alla fine va a fortuna, perché il supporto è zero. So che non si può generalizzare ma ho sentito tante esperienze negative
    • Rispondi
  • Laura
    Super Sposa Maggio 2018 Roma
    Laura ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Secondo me è anche una questione di fortuna. E bisogna anche dire che è difficile trovare un aiuto valido per risolvere certe problematiche, parlano tanto di allattamento al seno ma poi l'aiuto (partendo dall'ospedale) scarseggia. Ti racconto un aneddotto: la seconda notte in ospedale non riuscivo ad attaccare la bimba, chiamo l'infermiera per aiuto (scocciata perché turno di notte, ma non potevo lasciare una neonata di un giorno senza mangiare). Arriva, la bimba urlava come una pazza, lei fa: non vedete che ha fatto la cacca??? e se ne va. Mio marito guarda il pannolino ed è pulito 😒
    Questa è stata la mia esperienza 😳
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Anche io ho sentito una consulente, che è stata gentilissima e mi ha dato molti consigli. Purtroppo nessuno ha funzionato con noi.

    • Rispondi
  • P
    Super Sposa Giugno 2018 Napoli
    Piera ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Purtroppo è così...per quanto se ne dica l'allattamento non è per tutte.
    Io con la consulente Leche League ho avuto una discussione che non hai idea...le considero semplicemente delle fanatiche dell'allattamento che, ad ogni problema, ti dicono che non hai abbastanza voglia.
    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Ciao Fede, quindi tu sei riuscita a proseguire con il tiralatte? Io sto smettendo perché mi porta via tantissimo tempo e non riesco a farlo costantemente... Ormai facciamo solo formula, il bimbo cresce e siamo contenti così (dopo tanto stress).

    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Ciao Piera, io ho fatto come te, alla fine abbiamo smesso di provare perché mi sembrava di averle provate tutte: ostetrica a casa, Leche League, paracapezzoli, tutto quanto. Ci ho messo un bel po' a farmene una ragione (tanti pianti), ma alla fine per qualche motivo l'allattamento al seno non fa per noi. Pazienza.

    • Rispondi
  • Chiara
    Sposa Abituale Luglio 2017 Alessandria
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Ciao Mimma, mi dispiace ma leggo solo ora! Come sta andando? Io alla fine me ne sono fatta una ragione, l'allattamento al seno evidentemente non è per me. Non riuscivo mai ad attaccare correttamente mio figlio e ho avuto ragadi gigantesche. Per un po' ho tirato il latte (a me usciva abbastanza copioso, visto che di latte ne avevo abbondante), ma ora sto smettendo perché mi ci vuole tantissimo tempo durante il giorno e se sono sola con lui non ho il tempo di farlo. Mi ci sono fatta tanti pianti e tanti problemi e ancora adesso se ci penso non mi va giù, ma cosa devo dirti? è andata così, si vede che per qualche motivo non fa per noi. Adesso prende la formula, cresce tanto e io sono più serena.

    • Rispondi
  • F
    Super Sposa Maggio 2018 Lecco
    Fede ·
    • Segnala
    Come vi capisco...mio figlio ha 6 mesi e io tutt'ora uso il tiralatte perché sostanzialmente nonostante tutti i miei sforzi non ha mai imparato a mangiare al seno. Ho fatto di tutto. È nato in pieno lockdown quindi l'assistenza che abbiamo potuto avere è stata solo online, ma c'è l'abbiamo messa davvero tutta. Lo attaccavo 20 minuti x seno e poi gli dovevo sempre dare l'aggiunta col mio latte tirato o con l'artificiale quando il mio latte non bastava. E poi dopo i 40 minuti di poppata mi toglievo il latte col tiralatte. Insomma appena finivo era ora di ricominciare...a un certo punto, dopo 3 mesi ho iniziato a tirare sempre il latte e darglielo col biberon perché non riuscivo più a fare niente. Questa decisione cmq non è stata presa a cuore leggero, anzi ne porto tutt'oggi la ferita ancora aperta. Mi consola solo il fatto che sono riuscita a coprire tutti i pasti col mio latte, ma tutt'ora mi sento "fallita" e mi sembra di vedere ovunque mamme che allattano senza problemi..io avevo un'aspettativa altissima sull'allattamento e il fatto che non sia andata come desideravo è una ferita ancora aperta...non capisco perché non ne parlano chiaramente ai corsi preparto....invece c'è una grande enfasi sull'allattamento e i suoi benefici che secondo me fa stare male le mamme che x qualunque motivo non riescono ad allattare.
    La cosa importante è la serenità di mamma e figlio. E se x una diade mamma-figlio l'allattamento non si avvia non è di certo fonte di serenità,anzi....
    E di certo non è vero che una mamma che dà il biberon al suo bambino lo ama di meno rispetto a una che lo attacca al seno...
    • Rispondi
  • P
    Super Sposa Giugno 2018 Napoli
    Piera ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Mimma, sembra di rivedere me 13 mesi fa. Io mi sono incaponita un bel po e ho resistito 3 mesi. Gli davo l'aggiunta ad ogni poppata e non ti dico che stress. Alla fine mio figlio piangeva e l'aggiunta era sempre soldi più. Una sera ho mollato tutto...ho pianto si, perché ovunque vedevo donne con seno che poteva sfamare un esercito e mi dicevo perché a me no? Alla fine oggi l'ho accettato, l'allattamento non è per tutte e se parte storto secondo me, difficilmente si riprende. Mio figlio è sano come un pesce, mai avuto nemmeno un decimo di febbre. Stai serena, sei la miglior madre per il tuo bimbo anche se non lo allatti
    • Rispondi
  • Laura
    Super Sposa Maggio 2018 Roma
    Laura ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao Mimma, purtroppo si parla tanto di allattamento ma si riceve molto poco supporto (per non dire nessuno) durante la degenza in ospedale e dopo. Quello che posso consigliarti, se te la senti, è sentire una consulente allattamento che potrebbe aiutarti sia con l'attacco del bimbo sia ad imparare come estrarre il latte. Anche mia figlia all'inizio urlava davanti al seno, ha iniziato ad attaccarsi usando i paracapezzoli in silicone (poi li ho tolti). Per quanto riguarda il tiralatte bisogna "allenare" il seno, se non esce nulla non vuol dire che tu non abbia latte ma bisogna imparare ad estrarlo. C'è gente che da subito ne estrae grandi quantità e chi poco o nulla. Se invece non te la senti di continuare (comprensibilissimo anche questo) pensa che la cosa più importante è la tua serenità e che tu sia tranquilla rispetto alla crescita di tuo figlio. Anche io sono stata allattata poco (tre mesi), mio fratello per un anno ed è sempre stato cagionevole di salute. Certo l'allattamento al seno è più pratico (e gratis), ma all'inizio può essere davvero molto molto complicato e purtroppo noi mamme veniamo lasciate sole.
    • Rispondi
  • Liaa
    Sposa Precisa Giugno 2014 Roma
    Liaa ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    La cosa importante è che il bambino si nutra e che tu sia serena. L'allattamento al seno ha sicuramente i suoi vantaggi, ma non è indispensabile per la crescita di un bambino. Quello che invece è indispensabile è la tranquillità della mamma che poi si riverbera su quella del figlio.

    Sia io che mia sorella non siamo mai state allattate al seno, ma solo con latte artificiale. Siamo sane e forti e ci siamo ammalate pochissimo nel corso della nostra vita

    • Rispondi
  • Mimma
    Sposa Precisa Marzo 2018 Latina
    Mimma ·
    • Segnala
    Ragazze ho bisogno di sfogarmi un po'.
    Il mio bambino ha 9 giorni, è nato a 38+0 con cesareo, in ospedale non ho avuto un buon supporto dalle ostetriche, lui ha avuto un forte calo e col pediatra del reparto abbiamo deciso di dargli l'aggiunta, tanto a me non si attaccava essendo piccolino e pigro ed ho ceduto per non creargli problemi e tenerlo ricoverato. Una volta tornata a casa siamo riusciti a sbloccare la situazione allattamento ma sempre con aggiunta perché ha bisogno di una spinta diciamo. Tutto magnificamente ok, noi felicissimi...ma da 2 giorni che si stranisce davanti al seno, restate, pugni, unghiate ed urla. Penso che sia l'aggiunta che me l'ha impigrito, non ci vuole un genio a capirlo. Decido di tirarmi il latte e...0 assoluto! Rimango shoccata, sento una consulente allattamento che mi suggerisce la spremitura manuale...ricavo 7 cucchiaini. Glieli do. Oggi ne parlo al primo incontro con la pediatra (una dottoressa molto pro allattamento) che vuole vedere come si svolge l'allattamento...rimane spiazzata, infatti spremitura ed esce una misera goccia da un solo seno. Mi chiede come sto, le rispondo che vedere mio figlio così disperato per una questione che dovrebbe essere naturale diciamo, mi fa stare malissimo. Mi suggerisce che per il mio stato d'animo e la mia situazione latte di lasciar perdere, non ne vale la pena, il seno è talmente morbido che non rischierei ingorghi o altro. Il mio ginecologo invece mi ha dato 2 pasticche di distinex per scrupolo. A breve le prenderò. Sono in un limbo: da una parte sollevata di non assistere a queste scene di mio figlio che mi facevano solo male dentro, dall'altra non avere la testa e la forza di riavviare l'allattamento da capo annullando completamente l'aggiunta. Non ce la faccio davvero a rischiare così per il mio piccolo. Scelgo il male minore per lui, ma sono distrutta. Rassicurarmi, se potete.
    • Rispondi
  • Monica
    Sposa TOP Agosto 2018 Alessandria
    Monica ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Anche io uso i paracapezzoli della mam e mi trovo benissimo, non sento nemmeno la necessità di toglierli per allattare a dire la verità!il mio bimbo mangia che è un piacere e senza faticava a tirare prima fuori il capezzolo, cosa che lo stancava e faceva innervosire tantissimo e io non ho ragadi né alcun tipo di dolore! Se uno si trova bene non vedo perché debba per forza allattare senza!
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti