COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. Consulta il nostro Centro Assistenza.

Eleonora
Sposa Saggia Luglio 2016 Lecco

Perchè vi sposate in comune e non convivete?

Eleonora, il 29 Marzo 2016 alle 18:22

Pubblicato in Cerimonia nuziale 79

Ciao ragazze, è una domanda che mi pongono in molti, dal momento che non ci sposeremo in Chiesa e conviviamo da 3 anni. In genere rispondo che per me cambia comunque qualcosa, perchè costituisce una promessa per sempre... un impegno che durerà per la vita. Costituisce un atto di "scelta" dell'altra...

Ciao ragazze, è una domanda che mi pongono in molti, dal momento che non ci sposeremo in Chiesa e conviviamo da 3 anni.

In genere rispondo che per me cambia comunque qualcosa, perchè costituisce una promessa per sempre... un impegno che durerà per la vita.

Costituisce un atto di "scelta" dell'altra persona e un assumersi il rischio... cosa che la convivenza non prevede.

Sto iniziando a pensare alle promesse da leggere al mio futuro marito, e per farlo credo sia anche bello indagare dentro se stesse e chiedersi davvero cosa cambia per noi?

Anche a voi rispondono che due firme non cambiano nulla se ci si ama veramente?

79 Risposte

  • Francyb
    Sposa Abituale Luglio 2016 Venezia
    Francyb ·
    • Segnala
    Concordo in pieno!!!
    • Rispondi
  • Mariangela
    Sposa TOP Agosto 2016 Novara
    Mariangela ·
    • Segnala

    Sì, ma per la relazione non cambia ecco Smiley smile

    • Rispondi
  • Francy
    Sposa VIP Settembre 2016 Rimini
    Francy ·
    • Segnala
    Io credo molto di più nella legge che nella fede. E legalmente le cose cambiano se ci sposa o si resta conviventi
    • Rispondi
  • Noemi
    Sposa VIP Luglio 2016 Firenze
    Noemi ·
    • Segnala
    Scusami se mi permetto... Non è per fare polemica, ma solo perché mi dispiace leggere questa cosa... Secondo me è sbagliato dire anche che il vero matrimonio è quello civile.Dal matrimonio civile scaturiscono gli effetti legali e ben venga che sia così, è la prassi e devono esserci delle procedure da rispettare.Per chi come me crede, però, quelle firme che hanno valore legale sono solo la parte burocratica del matrimonio. È il rito religioso, le promesse davanti a Dio, lo scambio degli anelli, che hanno il significato più profondo e importante.Per chi non crede è diverso, ma fino ad un certo punto però... Sempre più riti civili vengono personalizzati (rito della sabbia, rito della luce ecc...) perché anche per chi si sposa solo civilmente, secondo me, la semplice lettura degli articoli del codice civile è riduttiva e non rende giustizia al sentimento che li lega...
    Non so se sono riuscita a spiegarmi bene...
    • Rispondi
  • Jessica
    Sposa Precisa Giugno 2016 Firenze
    Jessica ·
    • Segnala
    Ormai sono ben poche le persone che si sposano in chiesa per fede.... La maggior parte delle persone hanno messo piede x l ultima volta in una chiesa il giorno della cresima... Il matrimonio è una promessa fra 2 persone che si amano, se in più viene fatto anche come un atto di fede, allora ben venga il matrimonio in chiesa, sennò è solo un ipocrisia. Io mi sposerò in comune
    • Rispondi
  • Fontanella
    Sposa Precisa Giugno 2016 La Spezia
    Fontanella ·
    • Segnala

    Mariangela, perdonami, allora cambia e come anche per te. proprio per quelle tutele ri cui parli.

    • Rispondi
  • Antonella
    Sposa Precisa Giugno 2017 Brindisi
    Antonella ·
    • Segnala
    Ci sono aspetti legali nel matrimonio civile che purtroppo nella convivenza non possiamo avere almeno per quanto mi riguarda quando mi sposai al comune ero in attesa di mia figlia e purtroppo mi venne spiegato che se non mi fossi sposata prima sarebbe stata solo figlia mia naturale e legittimata da mio marito..mentre con il matrimonio questo problema non si pone...ci sono anche altri aspetti legali che con la convivenza non puoi avere...e vero non ce bisogno di una firma per amare una persona...il matrimonio in Chiesa poi sempre secondo me diventa il completamento una promessa chevfovrebbe durare per sempre..
    • Rispondi
  • Fontanella
    Sposa Precisa Giugno 2016 La Spezia
    Fontanella ·
    • Segnala

    Ciao.

    io convivo da sette anni e abbiamo una bambina di quattro. all'epoca ho insistito io di prendere casa insieme perché sapevo che la parola matrimonio l'avrebbe inorridito e per me la cosa più importante era di stare con lui. ma in questi anni non ti nascondo che più volte gli ho messo la pulce nell'orecchio perché la penso esattamente come te e forse per me era diventato anche una sorta di ulteriore dimostrazione d'amore perché visto che gli anni passavano senza risultato, mi dtavo convincendo che lui avesse proprio paura delle responsabilità legali che ne sarebbero derivati. ovviamente, io non ho mai insistito perché volevo essere certa che lui lo desiderasse quanto me. e dopo sette anni a dicembre, quando non vi speravo più, mi ha regalato un banale portachiavi con su scritto: "MI VUOI SPOSARE?" . . . . . . SI SI SI!

    a posteriori, posso dire che sono contentissima di tutte le scelte che ho fatto e credo che dovrebbero tutti fare prima un pò di convivenza perché non è per niente facile e visto che per me il matrimonio è sacro come valore (nn inteso religiosamente), bisogna pensarci veramente bene.

    nella speranza che la mia esperienza possa esserti d'aiuto.

    sinceri auguri per la realizzazione del tuo sogno piú bello.

    • Rispondi
  • Francyb
    Sposa Abituale Luglio 2016 Venezia
    Francyb ·
    • Segnala
    Quando leggo chi scrive che l unico vero matrimonio è quello in Chiesa o che è l unico "completo" mi viene un nervoso..per me il matrimonio è una "promessa" in primis tra me è il mio compagno,al di là che conviviamo da anni lo trovo un completamemto di un percorso..e piuttosto che fare l ipocrita (come buona parte di chi si sposa in chiesa)mi sposo in comune ma non per questo lo ritengo meno privo di significato o una semplice firma
    • Rispondi
  • Silvia
    Sposa VIP Settembre 2017 Cagliari
    Silvia ·
    • Segnala
    Scusami ma l'unico vero matrimonio è quello civile, che sia davanti a un funzionario comunale o a pinco pallino perché come hai detto tu le firme sono quelle che valgono a livello legale. Poi ben venga chi crede e ha fede, io non m sposo in chiesa proprio perché rispetto la fede degli altri, nonostante la mia famiglia sia cattolica
    • Rispondi
  • Vera
    Sposa Novella Ottobre 2016 Cosenza
    Vera ·
    • Segnala
    Forse non mi sono spiegata... è normale che dobbiamo firmare, altrimenti il matrimonio non sarebbe riconosciuto a livello legale ma solo in Chiesa, ma io mi riferivo al matrimonio in comune che, per come la vedo io, è un matrimonio incompleto... e l'unica cosa che lo differenzia dalla convivenza è una firma davanti a un funzionario comunale. Certo, per chi non credo in Dio è l'unica alternativa...
    • Rispondi
  • Silvia
    Sposa VIP Settembre 2017 Cagliari
    Silvia ·
    • Segnala
    Davanti a Dio per chi ci crede, però comunque finita la messa firmi come firmano al comune, quindi la differenza dalla convivenza c'è eccome. Secondo il tuo ragionamento non dovresti firmare i registri civili, ti basterebbe Dio.
    • Rispondi
  • Silvia
    Sposa VIP Settembre 2017 Cagliari
    Silvia ·
    • Segnala
    Perché non si rendono conto che il vero matrimonio è quello civile, quello legale, ma la società vede il "vero" matrimonio come quello in chiesa. A me queste richieste irritano molto.
    • Rispondi
  • Vera
    Sposa Novella Ottobre 2016 Cosenza
    Vera ·
    • Segnala
    Io ho una visione che forse sarà impopolare, ma è il mio punto di vista... per me non c'è differenza tra matrimonio civile e convivenza, perché anche con la convivenza ci sono tanti, tantissimi impegni da prendere, questioni pratiche, burocratiche ed economiche da affrontare, e lo dico per esperienza personale, quindi non sono d'accordo quando dici che la convivenza non implica certi vincoli e certe responsabilità... poi, per come la vedo io, il matrimonio civile è solo una firma in più rispetto alla convivenza, con gli stessi identici impegni, mentre il matrimonio religioso mantiene sì gli stessi vincoli, ovviamente, ma, sempre per il mio punto di vista, è l'ufficializzazione di una promessa davanti a Dio, non davanti a un funzionario comunale, e la sua benedizione sulla nostra nuova vita coniugale.
    • Rispondi
  • Mariangela
    Sposa TOP Agosto 2016 Novara
    Mariangela ·
    • Segnala

    Ma guarda, io sono del parere che è vero che due firme non cambiano nulla, io infatti principalmente mi sposo per dare delle maggiori tutele ai nostri figli, poi naturalmente anche perché lo amo.

    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×