Vai ai contenuti principali

Il contenuto del post è stato nascosto

Per sbloccare il contenuto, clicca qui

Silvia
Sposa Novella Maggio 2026 Cuneo

Convivenza e madre totalmente in disaccordo

Silvia, il 17 Giugno 2024 alle 22:02 Pubblicato in Vita di coppia 0 16
Ciao a tutti,
Mi scuso innanzitutto per questo post veramente lungo...
Scrivo questo thread per ricevere i vostri consigli in merito a una situazione molto difficile da gestire soprattutto dal punto di vista emotivo. Io e il mio fidanzato stiamo insieme da due anni e mezzo, io ho 28 anni e lui 31. Lui è il primo ragazzo di cui mi fido veramente, mi dà stare benissimo, ci amiamo tanto, stiamo benissimo insieme, e io lo ritengo davvero il più bel dono che Dio mi abbia mai fatto. Il punto è che lui non è mai piaciuto tanto ai miei sia perché purtroppo ha delle malattie croniche, sia perché non è laureato a differenza mia. I miei vorrebbero per me un ragazzo benestante, laureato e con delle proprietà.
L'altra sera lui mi ha parlato di questa casetta in affitto, lì mi sono bloccata, e a quel punto ho rivelato a lui tutta la disapprovazione e il dissenso che i miei genitori nutrono nei suoi confronti, per loro contano soltanto i soldi (a pensare che entrambi lavoriamo a tempo indeterminato e che abbiamo redditi normalissimi). È come se si fosse aperto il vaso di Pandora. Poi di conseguenza dopo ciò che è successo mia madre dopo mi ha vista super arrabbiata, lei ha capito che c'entrava lui dato che io e lei siamo in simbiosi sul piano emozionale, e le ho ribadito che voglio stare con lui per tutta la vita e che il loro dissenso non mi fermerà mai, e mia madre, da vera signora, ha pensato bene di mandarmi aff******. E addirittura mi ha detto che se scelgo lui vuol dire che io non le ho mai voluto bene veramente (a pensare che sono sempre stata la figlia quasi perfetta che qualunque genitore invidia, bravissima a scuola e che non ha mai dato nessun problema). E comunque è fuori discussione per me scartare un ragazzo perché è invalido, è una cosa molto stupida e crudele che io non condividerò MAI. Capisco le loro preoccupazioni ma fino a un certo punto. E comunque ho molta rabbia nei suoi confronti, e nonostante tutto io le ho sempre portato rispetto, infatti l'altra sera non ho nemmeno risposto ai suoi insulti. Inoltre è dal giorno che mia madre ha saputo della nostra relazione che lotto per le mie idee. E sta situazione mi fa un male incredibile. E comunque quando il mio lui ha saputo di questa situazione invece di arrabbiarsi e offendersi (come avrebbe fatto qualunque persona) ha capito e mi è stato vicino. L'unica cosa che lo ha offeso è stato il fatto di non avere parlato subito di questa situazione. Di sicuro le cose che pensa mia madre gli hanno dato fastidio, ma non si è offeso... È una persona particolare, e molto forte per tutte le battaglie che ha combattuto e vinto nella sua vita. Comunque il fatto è che io passo ogni notte a piangere, e mangio pochissimo (sono riuscita a perdere un chilo in una settimana).
Il punto è che sabato abbiamo un appuntamento per visitare una casetta in affitto, e con i miei non ho la più pallida idea di come dirgli di questa casa... Voi cosa fareste al mio posto? I vostri aiuti e i vostri pareri sono importanti, ci sto davvero rimettendo in salute... Grazie a tutti e buona serata

16 Risposte

Ultime attività da Giulia, il 15 Luglio 2024 alle 12:35
  • Giulia
    Sposa Precisa Settembre 2025 Palermo
    Giulia ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto

    Silvia hai 28 anni, é tempo di vivere la tua vita per te stessa, non per la tua mamma. E, se posso permettermi, una mamma non dovrebbe mai chiedere ai propri figli di scegliere tra di lei ed un compagno/compagna, a maggior raggione col ricatto psicologico del "allora non mi vuoi bene"

    • Rispondi
  • Serena
    Sposa VIP Luglio 2022 Parma
    Serena ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Silvia mi dispiace molto tu stia vivendo questa situazione coi tuoi... Essere genitore non è semplice a volte si sbaglia... I tuoi sicuramente ti amano ma nn capiscono ke stanno sbagliando a privarti la libertà, nn stai frequentando un tossico Ke potrebbe rovinarti la vita, stai frequentando e ti sei innamorata di una persona normale, come tante altre. È un bravo ragazzo? Ti rispetta? Condivide i tuoi valori e vuole una famiglia con te? E allora xké nn devono essere felici x te?
    Il mio consiglio è ke a 28 anni sei abbastanza matura x prendere delle scelte, se lo ami davvero, provare un sorta di convivenza e prendere una casa in affitto mi sembra un'idea molto matura.

    X mia esperienza posso dirti che 15 anni fa ho conosciuto quello che nel tempo è diventato mio marito e padre della mia bimba e abitava 50 km da me.... lui aveva già una casa e mia mamma immaginava ke sarei poi volata via da lei... ha tentato all inizio di mettere i bastoni tra le ruote (io avevo 19 anni)... Ma ad un certo punto ho messo in chiaro ke se io ero felice lei doveva esserlo x me, ke questi suoi comportamenti mi destabilizzavano e facevano stare male. Lei ha continuato x un po' a portare rancore nn era felice ke io fossi spesso via il weekend lontana da casa... era assillante e mi creava ansia, ma nn ho ceduto e ho continuato x la mia strada xke vedevo un futuro con lui!!!!

    Quindi se ci credi davvero, nn mollare, i tuoi lo capiranno col tempo, segui la tua strada e se i tuoi ti mettono i bastoni tra le ruote, segui sempre il tuo cuore! In bocca al lupo! ❣️

    • Rispondi
  • Loredana
    Sposa Precisa Aprile 2023 Torino
    Loredana ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Ciao Silvia, innanzitutto mi dispiace per la situazione. Ti vorrei raccontare la mia esperienza perché ci sono passata anche io.
    Io sono francese e 12 anni fa, mi sono messa insieme a mio marito, italiano. La mia famiglia era benestante, io studiavo e poi mi sono laureata.
    I miei genitori hanno sempre gestito la mia vita sentimentale (spesso usando la violenza psicologica) e mi hanno sempre fatto chiudere con i ragazzi con i quali sono uscita, perché non ce n’era uno che piaceva a loro (praticamente nessuno di loro era benestante/ricco, cosa fondamentale per i miei). Quando ho incontrato mio marito, avevo 17 anni e lui 20. Lui non piaceva ai miei sempre per lo stesso motivo, non era benestante, e tra l’altro era italiano, ciò vuol dire che c’era il rischio che mi potesse « portare via » da loro.Mentre prima ho sempre lasciato che i miei gestissero la mia vita (non avevo scelta), questa volta ho deciso che non glielo avrei permesso. Sapevo che LUI era la persona giusta per me. Una persona intelligente, gentile, che si prendeva cura di me e mi faceva stare bene. Come hai detto tu, un dono da Dio. La sua famiglia non era ricca, ma aveva dei valori umani, e per me bastava quello.Perciò, mi sono opposta alla mia famiglia e ho fatto di testa mia. Mi sono trasferita in Italia per lui, e ad oggi, dopo 12 anni di relazione, siamo sposati e a giorni nascerà la nostra prima figlia.Da allora, le acque si sono calmate con la mia famiglia. Hanno accettato la situazione, anche se so benissimo che non mi « perdoneranno » mai del tutto, specialmente mia madre.A distanza di tutto questo tempo, ti posso solo dire SEGUI IL TUO CUORE. Se LUI è la persona giusta per te, allora merita che tu lotta per lui, come lui lotterebbe per te. Hai 28 anni, sei grande e tra l’altro indipendente economicamente. Non lasciare che i tuoi ti rovinino la vita e i tuoi sogni. Se ami questa persona e che sai che ne vale la pena, allora sai già qual’è la scelta da fare. Sarà difficile, ma col tempo i tuoi accetteranno. In bocca al lupo per tutto!
    • Rispondi
  • P
    Sposa Curiosa Giugno 2026 Modena
    Patty ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Visualizza messaggio citato

    Proverei a sentire il parere di uno psicologo specializzato in psicoterapia familiare, coinvolgendo anche tuo padre se è disponibile; potete farlo in segreto senza dire niente a tua mamma. Non siete tu e tuo padre ad aver bisogno della terapia, ma almeno con l'aiuto di questa consulenza potreste ottenere qualche consiglio su come gestire i rapporti con tua mamma. Comunque, se siete benestanti la sicurezza economica l'avete già in casa, non c'è motivo di andarsi a cercare un "finanziatore" esterno

    • Rispondi
  • Silvia
    Sposa Novella Maggio 2026 Cuneo
    Silvia ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Visualizza messaggio citato
    Mio papà è completamente dipendente da mia mamma, e infatti lo tratta come una marionetta, non ha mai avuto una personalità e tantomeno un pensiero tutto suo.
    Comunque non siamo ricchi ma siamo benestanti
    • Rispondi
  • P
    Sposa Curiosa Giugno 2026 Modena
    Patty ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto

    Tesoro, mi dispiace moltissimo per quanto ho letto. Per capirne di più ti farei due domande se non sono indiscreta:

    1) tuo padre la pensa veramente come tua madre o finge di darle ragione?

    2) i tuoi sono benestanti o no?

    • Rispondi
  • Max
    Torino
    Max ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto

    Comunque, se a tua mamma interessano solo i soldi, puoi rigirarla sul piano economico, dille che per avere qualche speranza di attirare un benestante avrebbe dovuto lasciarti una dote di qualche milione di euro e una villa di gran lusso!

    Se non ti ha dato questo, è tutta colpa sua, non può pretendere che il suo piano funzioni.

    • Rispondi
  • Max
    Torino
    Max ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto

    Dove lo trovi un benestante che perde tempo a frequentare l'università?

    Non che sia male studiare, anzi, chi ha grandi disponibilità economiche farebbe bene ad assumere insegnanti privati alle proprie dipendenze, per studiare quel che gli pare, trovando più soddisfazione rispetto ai percorsi standard delle università.

    • Rispondi
  • Debora
    Sposa VIP Agosto 2022 Salerno
    Debora ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Scusami se sono diretta ma hai un lavoro, un ragazzo e 28 anni. Quando fai la valigia e vai via di casa? Tua madre/i tuoi genitori se vorranno vederti accetteranno le tue scelte, altrimenti tu vai avanti con la tua vita. In bocca al lupo e non avere rimorsi !
    • Rispondi
  • Stefania
    Esperta Ottobre 2024 Napoli
    Stefania ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Mi dispiace molto per questa situazione e capisco che tu ti senta divisa a metà.
    Ti avrei detto parla apertamente a tua madre e digli che ti ferisce sapere che lei non approva questa relazione, che tu sei felice con lui ma è ci tieni anche al suo consenso...ma da come parli non è una persona ragionevole quindi devi fare effettivamente una scelta: o lui o lei, almeno per il momento devi schierarsi per farle capire che fai sul serio e devi procedere per la tua strada.
    Prima o poi capirà perché è tua madre e nonostante il suo carattere sono certa che ti ami.Complimenti al tuo ragazzo per come ha reagito.In bocca al lupo
    • Rispondi
  • Silvia
    Sposa Novella Maggio 2026 Cuneo
    Silvia ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Grazie a tutte per le vostre celeri risposte, mi avete fatta sentire meno sola e mi avete donato un po' di conforto. Ho trovato molto utili anche tutte le esperienze che mi avete raccontato.
    Comunque ho deciso di raccontare della casa ai miei genitori dopo che l'abbiamo vista e dopo che io e lui siamo davvero sicuri che ci piaccia. Almeno così scateno l'"apocalisse" una volta sola con i miei, ma almeno ne sarà valsa la pena, o almeno si spera... Comunque vi terrò aggiornate
    • Rispondi
  • Emanuela
    Sposa Novella Ottobre 2027 Catania
    Emanuela ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto

    Ciao cara,

    io ho avuto la tua stessa esperienza, e sono arrivata a un punto di rottura con i miei genitori, in quanto hanno fatto di tutto per poter farci lasciare. Non approvano tutt'ora la nostra relazione.

    Io diplomata e lui laureato. La sua famiglia stravedono per me e sono con la mentalita' aperta mentre i miei sono di antica pasta.

    La convivenza era proibita, a 23 anni hanno chiesto a entrambi se ci dovevamo sposare per farti capire la loro mentalita.

    La cosa era fatta pesante e sono stata seguita da una psicologa, perche' vivevo in un ambiente tossico, e siamo arrivati a tal punto che dovevo decidere se rimanere sotto la campana di vetro senza liberta' di scelta, o la liberta' di stare con la persona che amo e la serenita'.

    Ho preferito la seconda, sono passati due anni e non rimpiango la scelta. Quindi sei libera di scegliere cio' che vuoi fare della TUA VITA , certo all'inizio sara' doloroso, ma andando avanti le acque si calmeranno.

    In bocca a lupo!

    • Rispondi
  • Elisa
    Sposa VIP Aprile 2024 Catania
    Elisa ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto

    In tutta onestà mi farei meno problemi. La felicità di un genitore dovrebbe essere la felicità del proprio figlio/a. Se il tuo ragazzo ti rende felice, poco importa se non è laureato, se ha una disabilità e, soprattutto, se non è quello che loro volevano per te. Devi farle capire che sei tu l'unica che può fare scelte per la propria vita, non è compito loro "decidere" queste cose. Perdonami, ma sono persone davvero superficiali. Mio marito è più piccolo di me, non è laureato, ha un casino di tatuaggi (lo specifico perchè è una cosa che mia mamma non ha mai approvato, in generale, non riferito a mio marito), eppure i miei non hanno mai aperto bocca a riguardo se non per dire che gli vogliono bene come un figlio perché vedono quanto mi rende felice. Le cose importanti sono altre, non il titolo di studio, l'estrazione sociale, l'aspetto fisico o che so io. Le basi per una relazione solida sono l'amore, l'onestà, il rispetto, il saperci essere l'uno per l'altro. Vai per la tua strada. Non devi troppe spiegazioni. Andate a vedere questa casa, se vi piace, prendetela e poi lo comunichi e basta, senza chiedere opinioni. E se parlano, dì che o lo accettano o perdono una figlia. E non farti troppi problemi ad essere dura, perché, come si dice dalle mie parti "il rispetto è misurato, chi ne porta ne ha portato", e non mi pare che i tuoi abbiano avuto grande rispetto nei tuoi confronti. Quindi...

    • Rispondi
  • Serena
    Esperta Settembre 2024 Savona
    Serena ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Visualizza messaggio citato
    Ciao mamma guarda tanto visto che sono già andata a quel paese l altro giorno ho visto una casetta bellissima in cui molto probabilmente andremo a convivere )))) Grazie per l attenzione ora me ne vado a f…. Senza manco che lo dici ciao mamma … io farei così la piglierei proprio per il culo e poi gli direi ascoltami bene se non vuoi perdere una figlia devi capirmi devi comprendere le mie decisioni ed appoggiarmi e se un giorno cadrò dovrai essere lì per rialzarmi questo è ciò che farebbe una mamma che mi ama … io direi questo scusami ti avevo detto che io sono brutalmente sincera )))) devono accettare la tua felicità e l uomo con cui vivi problematiche o no perché siamo tutti uguali e tutti essere umani ))) le differenze di genere di handicap se li tenessero negli anni passati )))
    • Rispondi
  • Silvia
    Sposa Novella Maggio 2026 Cuneo
    Silvia ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Visualizza messaggio citato
    Grazie per la tua risposta Serena, però a questo punto tu come gli diresti di questa casa che io e il mio fidanzato andiamo a vedere?
    • Rispondi
  • Serena
    Esperta Settembre 2024 Savona
    Serena ·
    • Segnala
    • Nascondi contenuto
    Ciao tesoro, scusami io sono una molto diretta e quindi farò così mi scuso già dal principio ma tua mamma molto elegantemente ti ci ha mandato benissimo allora facciamo che in eugual maniera se ne va anche lei a f……. Così intanto siete pari e lei non deve permettersi perché i genitori voglio e pretendono rispetto benissimo ma anche noi figlie dobbiamo aspettarci lo stesso trattamento… in primis poi sai che ti dico che io li avrei già depennati dalla mia vita capisco che questa cosa possa farti soffrire ma vedrai che quando non avranno più una figlia almeno avranno qualcosa di valido per cui essere arrabbiati non ti certo il genero che è mille volte più intelligente di loro e mille volte più educato… ti racconto la mia di esperienza sono cresciuta con mia sorella e mio padre un uomo burbero ma buonissimo si è fatto in 4/5/6 per crescere me e mia sorella e parliamo degli anni 80/90 quindi per un papà single non è stato facile, ma questo lo capito crescendo purtroppo e mi era rimasto pochissimo tempo per stare con lui ma comunque mia madre era ed è la figlia dei fiorì libertina poiché preoccupazioni menefreghismo totale lei veniva 1 volta al mese 2 fa perché mio padre l aveva obbligata con gli avvocati mio padre gli mandava pure i soldi per far sì che lei da torino scendesse a sanremo una volta al mese così è stato dai miei 5 anni fino ai miei 18 poi sono stati affari miei se la volevo vedere dovevo fare io il viaggio nella vita di mio padre ho incontrato una donna sola in bene 36 anni della mia vita di mia madre abbiamo quasi tutte le lettere dell alfabeto(ovviamente si fa per ridere) è un giorno stavo con un ragazzo avrò avuto 20 anni e lei mi dice ma non so mica sai se è giusto per te magari mollalo io mi sono fatta una risata così grande ma così grande che mi sono girata e gli ho risposto ma tu che ne sai vai cercando cercando ma alle prima difficoltà molli quindi non dirmi cosa devo fare, morale della favola da quel giorno mi appoggia mi sta vicino è diventata mamma e non si è mai più azzardata a dirmi niente anzi … questo è solo per dirti cerca di farti valere e se non lo capiscono forse non ti amano abbastanza o perlomeno non ti amano come tu vorresti e questo non è giusto perché è la tua vita e se ti senti famiglia con lui e ti senti amata accetta e con il cuore pieno di amore loro non sono nessuno per dirti cosa tu debba meritare nella tua vita … e la tua vita la loro già se la sono fatta e scelta …
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti

Gruppi generali

Ispirazione