C
Super Sposa Maggio 2017 Roma

Asilo pubblico Vs. Privato

Chiara, il 27 Settembre 2019 alle 18:49 Pubblicato in Future mamme 0 33
Salvato
Rispondi
Buonasera ragazze, stavo iniziando la a valutare l asilo per il prossimo anno e mi stavo chiedendo quali fossero i vantaggi o svantaggi di uno pubblico piuttosto che uno privato.
Io sono cresciuta frequentando tutte le scuole pubbliche e non ho un metro di valutazione.
Quali sono le vostre esperienze?

33 Risposte

Ultime attività da Pala, il 22 Febbraio 2021 alle 22:48
  • Pala
    Sposa Master Maggio 2015 Milano
    Pala ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao,
    Noi abitiamo in zona città studi.
    Mio figlio ha frequentato il nido Cova per un anno e mezzo, poi a causa Covid lo scorso anno hanno chiuso.
    Ora è nata la sorellina e farò domanda anche per lei allo stesso nido.
    • Rispondi
  • Clelia
    Sposa Precisa Dicembre 2021 Milano
    Clelia ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao! Scusami se riprendo un vecchio post, volevo chiederti quale nido a Milano ha frequentato il tuo bimbo? Graziee
    • Rispondi
  • Teresa
    Sposa Master Luglio 2018 Salerno
    Teresa ·
    • Segnala

    Mio figlio va al privato (non è entrato nella pubblica perchè troppo piccolo) e posso dirti che i vantaggi che abbiamo riscontrato sono:

    - viene seguito molto e fa moltissime attività durante tutto il giorno

    - accettano anche bimbi con il pannolino (mio figlio non lo aveva quando ha iniziato, ma mi hanno detto che se lo avesse avuto lo avrebbero preso comunque)

    - la mensa è interna, quindi non arriva cibo da fuori

    Noi paghiamo 220 euro al mese

    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie Annette, sì sì so che la scuola d'infanzia comunale è gratuita, la mia preoccupazione verteva su quelle private che temevo costassero quanto i nidi (qui da me nido privato chiedevano anche 700/800 euro che sono decisamente troppi), ti ringrazio per il tuo feedback, 150 euro mi sembra già una cifra sostenibile. Noi per farti capire di nido comunale paghiamo 250 euro per l'intera giornata, quindi purtroppo la scelta è stata quasi obbligata! Comunque sicuramente tra poco inizierò il giro di scuole dell'infanzia (comunali, statali e private) e vedo cosa offre questa zona, speriamo bene. Certo è che la mia esperienza di nido comunale non è stata buona. Le educatrici sono carine e vedo che fanno il massimo con quello che hanno (motivo per cui non l'ho ritirata), ma la gestione è tutta da rivedere.


    • Rispondi
  • A
    Super Sposa Gennaio 2021 Napoli
    Antonella ·
    • Segnala

    Secondo me non ha senso decidere a priori pubblico o privato, vai a vedere gli asili della tua zona, se puoi parla con qualche altro genitore che ha i bambini li e decidi. In bocca al lupo!

    • Rispondi
  • Alice
    Super Sposa Settembre 2016 Firenze
    Alice ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ma infatti l'importante è la serenità dei bimbi, che poi sia scuola pubblica o privata non ha importanza, tanto è un discorso che non può essere generalizzato e va analizzata situazione per situazione


    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Povera, ci credo...che cosa traumatica!
    Adesso per fortuna ste cose accadono raramente e non sono mai normalizzate...
    Ad ogni modo io ho capito che la cosa fondamentale è guardare il proprio figlio! Quando andava nella vecchia scuola il mio bimbo mi chiedeva se fosse bravo e dormiva chiedendomi la mano!Da quando ha cambiato scuola è passato tutto...è tornato felice!
    • Rispondi
  • Alice
    Super Sposa Settembre 2016 Firenze
    Alice ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Anche io ricordo le pizze in faccia, specie ai maschietti...

    Ho pochi ricordi della materna ma uno di questi era che un giorno la suora mi terrorizzò talmente tanto per quello che mi avrebbe fatto il giorno dopo che non volevo più andarci e la sera stessa mi venne la febbre alta Smiley amazing

    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Per dirti la maestra di mio figlio quando li mette seduti a riflettere non parla mai con loro di punizione perché i bimbi non devono viverla come una punizione...ma solo come un paio di minuti per chiarirsi le idee!
    Mi ricordo certe pizze in faccia invece da piccoli, soprattutto i maschietti! Se ci penso mi sento male!
    • Rispondi
  • Alice
    Super Sposa Settembre 2016 Firenze
    Alice ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Credo anche io che oggi sia cambiato tutto, per fortuna!

    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    È vero, una volta era così, ma adesso per dire mio figlio ha la maestra laica, ma le religiose sono forse ancora più dolci.
    Io ho fatto le elementari pubbliche e mi ricordo che spesso le maestre laiche ci picchiavano...roba da galera.
    Credo sia cambiata proprio la pedagogia oggi, grazie a Dio!
    • Rispondi
  • Alice
    Super Sposa Settembre 2016 Firenze
    Alice ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Io credo che il primo criterio che terrò in considerazione per la scelta di nidi, materne e scuola sarà proprio che non sia gestito dalle suore...

    Io frequentai la materna privata gestita dalle suore e non ne ho un bel ricordo, con i bimbi spesso alzavano le mani per non parlare di cosa dicevano verbalmente...

    Ma all'epoca non se ne parlava, anzi forse era considerato normale... Sicuramente adesso le cose sono cambiate ma per la mia esperienza personale non mi sentirei a mio agio mandando mio figlio a scuola lì...

    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Ciao, la scuola dell'infanzia a Roma è gratuita (comunale) non si paga nulla, anche con isee alto (noi con reddito alto non lo pagavamo) e si paga solo la mensa questa proporzionalmente al reddito.
    Per quanto riguarda la scuola dell'infanzia privata la cifra da spendere è veramente irrisoria, meno di un nido pubblico.
    Ti faccio l'esempio della mia scuola, 150 euro al mese(fanno pre scuola e post scuola cmq, ma io non lavoro e non ho problemi), più i soldi del pranzo che paghi solo se effettivamente il bambino mangia, cosa che non.avviene al comune, quindi se tua figlia è assente una settimana paghi cmq io pasto.Non so se accada anche nelle altre scuole private, ma in questa ho anche l'accesso a corsi sportivi a prezzi agevolati, tenuti per i bimbi della scuola...tipo calcetto o danza 100 euro per 4 mesi!
    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Ciao Chiara, anche io di Roma e come Annette ti confermo la gestione comunale fa abbastanza acqua da tutte le parti.

    Mia figlia va a un nido comunale ma non sono per niente soddisfatta, e il nido ancora tutto sommato è poco più di un "parcheggio" (passatemi la brutta espressione) per i bambini. Mia cognata mandava il figlio alla scuola d'infanzia comunale e dopo un anno l'ha ritirato perché si è trovata malissimo.


    Io ti posso raccontare la mia esperienza (di nido): l'orario non è assolutamente sufficiente a coprire le nostre esigenze (orario pieno è 8.00-16.30, mentre i privati arrivano anche alle 18.00 o oltre), ovviamente mancano spesso i fondi per detersivi e cose varie a cui devono sopperire le famiglie (facciamo un fondo cassa a inizio anno), l'età media delle educatrici è alta (e per me è un contro), hanno troppi bambini per classe e ovviamente non vengono seguiti come dovrebbero. In più, mettici scioperi vari e assenze del personale (e questo vale dal nido fino alle superiori pubbliche) e abbiamo il quadro. Ah, a settembre l'orario pieno te lo fanno iniziare a metà mese, insieme alle scuole dell'obbligo, però la rata la paghi lo stesso per intero, anche se in pratica non frequentano (per scelta della scuola, ribadisco). Di buono c'è che gli spazi pubblici (almeno in zona da me) sono più belli e ampi dei privati, e fanno tante attività, da questo punto di vista non mi lamento. Ma la gestione fa davvero pena, se avrò mai un secondo figlio di sicuro non farà un nido comunale, mentre per la scuola d'infanzia non so davvero che fare, in tutta onestà. Il nido comunale anche se più economico in base al nostro isee è comunque pesante da pagare ogni mese, e una scuola privata costa sicuramente di più, quindi sto valutando il da farsi. Onestamente non vorrei proprio tornare a una scuola comunale, ora devo vedere in zona da me cosa posso trovare, ma penso che o passerò direttamente alla statale (con tutti i suoi limiti), oppure privato (se non mi costa un rene).

    • Rispondi
  • Pala
    Sposa Master Maggio 2015 Milano
    Pala ·
    • Segnala

    Io credo che questo discorso non possa essere fatto in modo assoluto ma vada valutato volta per volta.

    Mio figlio va al nido pubblico, avevo visitato e valutato anche i nidi privati in zona nel caso in cui non fosse entrato o se fosse stato preso in una struttura che non mi piaceva o troppo lontana.


    Noi siamo stati molto fortunati, lui va in un pubblico molto bello. Le educatrici sono molto attente, sempre sorridenti, seguono molto bene i bambini e fanno molte attività di cui poi ci danno le foto, in estate stanno tanto in giardino o fanno le attività con l'acqua.

    Sono state loro a farmi notare che mio figlio era pronto a passare alla pappa dei grandi (quando per loro era più comodo tenerlo alle pappine). Il nostro nido è piccolo ha poche classi e si conoscono tutti. Anche le maestre delle altre classi e le inserventi lo chiamano per nome e vedo che lui le saluta sorridendo.

    Alcune mie amiche hanno esperienze simili ma altre non si trovano altrettanto bene.


    Ho visitato e valutato alcuni privati molto belli e di cui so che sono molto buoni. Però ho visitato anche alcuni privati dove i bambini sembravano allo stato brado, con spazi non organizzati e i bambini che non erano seguiti. Educatrici giovanissime che stavano sedute a chiacchierare con il cellulare mentre i bambini correvano a destra e a sinistra.


    Il mio consiglio è di visitare le strutture e chiedere in giro. Vai fuori dalla scuola all'orario di uscita e chiedi alle mamme e alla nonne come si trovano.


    Una mia amica mi aveva detto che l'aspetto positivo del pubblico è che le educatrici sono tutte "controllate" nel senso che sono tutte abilitate per forza, altrimenti non possono insegnare. Nel privato ci sono meno controlli quindi oltre alle educatrici titolate ci possono essere anche persone che non sono preparate adeguatamente ma non so quanto sia vero.


    Per il discorso costi a Milano io spendo quasi 500 euro al mese per il pubblico (orario pieno), tutti i privati (sia i bilingue, sia quelli che non mi erano piaciuti) mi avevano chiesto attorno agli 800 euro al mese.


    • Rispondi
  • Iside
    Super Sposa Settembre 2016 Milano
    Iside ·
    • Segnala
    Guarda il mio piccolo Va al nido privato solo perché rispetto a quello pubblico che c'è qui dove abito io hanno molta flessibilità oraria e io avevo bisogno di questo in primis 😊 per il resto in realtà le strutture come qualità e bravura delle insegnanti sono equipollenti a quanto si dice in giro.
    • Rispondi
  • Antonella
    Sposa Master Ottobre 2015 Napoli
    Antonella ·
    • Segnala
    Anche io fatto scuola pubblica.
    Per mia figlia di 2 Anni e 7 mesi scelti assolutamente privato
    Nel pubblico ci sono classi di 20/25 bimbi x 1 maestra. Non deve portare né ciuccio né pannolino, non può fare riposino, la struttura ha pochissimi giochi.Nel privato almeno qua ci sono 8 bimbi x 2 maestre. Mia figlia ha tolto il pannolino xo x esempio a volte chiede il ciuccio.L'ambiente è tipo nido, colorato e strapieno di giochi.
    • Rispondi
  • Roberta
    Super Sposa Luglio 2014 Pavia
    Roberta ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    No vabbeh, noi abitiamo in provincia di Pavia e per fortuna la struttura scolastica che frequenta mia figlia non versa in quelle condizioni. Anche io avrei cambiato scuola sulla base di questi presupposti però non avrei mai trasferito mia figlia solo perché le maestre erano anziane o per un'attività in meno che viene svolta alla pubblica perché ritengo questi dei futili motivi. Poi per carità, se i genitori hanno soldi da spendere va benissimo accontentare il bambino, ma io non avrei ceduto. Ritengo invece che sarebbe più utile frequentare le elementari private in quanto il loro compito è quello di fornire le basi per il futuro ma purtroppo la precarietà degli insegnanti oggigiorno non consente quella continuità scolastica che invece dovrebbe essere assicurata nei primi anni di istruzione.
    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    La stessa cosa...maestre per niente comprensive, e lui a casa richiedeva se fosse bravo!!! Nella nuova scuola chiede anche il sabato o la domenica di andarci!! Quando siamo in giro e vede qualche suora della sua scuola gli corre incontro ed abbraccia!
    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Chiara, leggo che sei di Roma...come me! Fai una riflessione che credo ti aiuterà a decidere: i nido e le scuole dell'infanzia (quasi tutte)a Roma sono gestite dal comune....se pensiamo allo stato pietoso in cui ormai versa la città, tra sporco, immondizia, figuriamoci la gestione scolastica. Quando lo scorso anno il bambino inizio la scuola dopo pochi giorni chiusero un bagno perché cascavano le piastrelle..........ti rendi conto. I bimbi dovevano fare un giro lunghissimo per andare nell'unico bagno e alcuni si facevano la pipì addosso...povere stelle! Questo è uno dei motivi che mi ha spinto subito a cambiare scuola!!
    • Rispondi
  • C
    Super Sposa Maggio 2017 Roma
    Chiara ·
    • Segnala
    Ciò che mi fa propendere per la privata è appunto il fatto che al giorno d oggi ci sono stati un sacco di tagli alla pubblica e di conseguenza non tutte le scuole hanno la possibilità di offrire molti servizi... Addirittura qua da noi sento che i bambini in alcune scuole devono portarsi la carta igienica da casa, pazzesco 😣


    • Rispondi
  • A
    Sposa Novella Dicembre 2012 Roma
    Antonella ·
    • Segnala
    Buongiorno! Il mio bimbo di 4 anni frequenta l'asilo privato dalle suore..ho avuto modo di confrontare questa struttura privata con l'asilo pubblico della mia città e la differenza è abissale: il primo anno,cioè l'anno scorso, mio figlio ha frequentato l'asilo pubblico..dopo neanche tre giorni io e mio marito lo abbiamo iscritto subito al privato dalle suore.. le maestre sono giovani e attente(secondo me questo è importante),le classi sono divise in base all'età dei bimbi,si fanno tantissime attività (inglese,pittura,motoria)e soprattutto il mio bimbo ci va super contento! E l'anno scorso mi diceva "mamma non voglio andare all'asilo con le maestre vecchie" era come impaurito poi non erano per nulla dolci..per carità ho avuto una brutta esperienza..preferisco fare qualche sacrificio in più ma sono soddisfatta della nostra scelta, ovviamente questo è stato il mio caso ognuno è diverso!
    • Rispondi
  • Sara
    Sposa VIP Luglio 2018 Napoli
    Sara ·
    • Segnala
    Ciao! Io ti parlo da maestra di scuola dell'infanzia pubblica. La differenza non è se è pubblico o privato. Ci sono scuole private che sono semplicemente dei parcheggi, e scuole pubbliche in cui si lavora bene e molto, o viceversa. Io ho sempre lavorato in scuole pubbliche in cui si lavora molto e si tiene molto al raggiungimento degli obiettivi secondo le indicazioni nazionali per tutti, indipendentemente dai genitori dei bambini. Ho lavorato in una scuola privata in cui si lavorava tanto ma anche troppo, si insegnava ai bambini a fare le divisioni a 5anni, ma non a stare seduto e a rispettare insegnante e compagni. Poi ai genitori bisognava dirgli quello che volevano sentirsi dire perché pagavano. Le insegnanti della scuola pubblica sono competenti tanto quanto quelle della privata. Io quando ho potuto ho anche insegnato inglese, ( ovviamente con pretese e obiettivi diversi a seconda dell'età) e l'ho potuto fare perché lo conosco abbastanza bene avendo vissuto alcuni anni a Londra. Una mia collega invece organizzava dei meravigliosi laboratori di lettura, un'altra laboratori multimediali. Ovvio spesso quello che penalizza la scuola pubblica è a volte la mancanza di strumentazione, ma anche questo dipende da scuola a scuola.
    Insomma quello che c'è da scegliere non è pubblico o privato, ma informati su quella specifica scuola, con le mamme, con gli insegnanti, devi visitarla....non avere preconcetti basati su una rigida categorizzazione che non ti aiuta assolutamente a fare una scelta giusta.
    Scegli la scuola e solo la scuola, poi fai i pro e i contro.
    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Per la scuola di mio figlio, i piccoli di 3 anni non fanno inglese...iniziano i medi di 4 anni (età di mio figlio) il primo anno in maniera molto ludica, dai 5 anni in modo più scolastico.
    Per quanto riguarda la campana di vetro dissento completamente. Un ambiente sereno, cosa che non ho riscontrato nella scuola pubblica che mio figlio aveva iniziato a frequentare, non è una campana di vetro...vuol dire solo portare un figlio in un luogo di accoglienza, di felicità, di gioco, senza adulti che sembra stiano la a fare un piacere. Preciso che non sto generalizzando, ma parlo della mia esperienza al pubblico, esperienza terribile, e che mi ha spinto subito a cambiare scuola.
    Per quanto riguarda le estrazioni sociali non credo ci siamo più differenze...ora non ho la dichiarazione dei redditi di tutti i compagnetti di mio figlio ma ci sono bimbi normalissimi, e con grande gioia mia anche di diversi paesi, e le maestre raccontano ai bimbi le differenze tra un paese e l'altro. Alcune maestre religiose vengono poi dall'Africa...e questo accentua il carattere di forte integrazione necessario per questi tempi. Non credo che le scuole private siano più elitarie.
    • Rispondi
  • Federica
    Sposa TOP Dicembre 2017 Torino
    Federica ·
    • Segnala
    Ciao bella, parlando con una mia amica che manda la bambina al privato della mia città e con un’altra che fa la maestra nello stesso asilo, mi sono resa conto che si fanno qualche attività in più (tipo yoga...) e forse sono un po’ meno per classe e il costo non è tanto diverso dal pubblico (questa mia amica paga 20-30 euro in più rispetto al pubblico), ma alla fine non ci sono grandi differenze! Io penso che la manderò al pubblico semplicemente perché ce l’ho vicino casa e visto che la dovrà portare mia madre, almeno lo può fare a piedi e senza prendere la macchina.
    • Rispondi
  • Roberta
    Super Sposa Luglio 2014 Pavia
    Roberta ·
    • Segnala
    Io credo che non ci sia molto da dire al riguardo. Al privato ci vanno i bambini con genitori che hanno voglia di spendere 300 o 400 euro al mese mentre al pubblico, grazie al cielo esistono pure gli asili pubblici, ci vanno quelli che preferiscono risparmiare quei soldi per farci qualcosa di più utile. Quando penso che al nido privato ho dovuto sborsare un capitale in questi due anni mi viene male eppure non ho ricevuto un servizio diverso da quei genitori che invece hanno potuto mandare il figlio ad un nido pubblico (nel mio paese purtroppo non c'era). Pensare di tenere sotto una campana di vetro i bambini già a tre anni mi sembra davvero eccessivo . Sono dell'idea che debbano abituarsi a stare con bambini di tutti i ranghi sociali fin da subito e che non serva necessariamente una struttura privata per farlo crescere. L'inglese a tre anni poi mi fa un po' sorridere. Io sono laureata alla facoltà di interpreti e traduttori e da sempre ho pensato che avrei insegnato le lingue ai miei figli dal primo giorno di vita. Invece da quando mi sono resa conto che esistono bambini che a tre anni nemmeno sanno parlare o quando lo fanno non si capisce nulla, ho capito che è meglio insegnargli la pronuncia corretta delle parole italiane piuttosto che confondergli le idee con altre lingue. Per impararle hanno tutta una vita.
    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Guarda, io parlo per me...proprio non c'è.paragone...già le classi più piccole sono una bella cosa...
    Poi guarda, qui hanno un bellissimo giardino curato, stanno tanto tempo all'aperto, coltivano le piantine...una cosa bellissima!
    • Rispondi
  • C
    Super Sposa Maggio 2017 Roma
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Quando ero piccola io, percepivo che la pubblica fosse un po' più seria della privata, mentre adesso sentendo un po' di pareri percepisco esattamente il contrario, mi sembra un ambiente più intimo, non so come spiegare, però mi da più fiducia sapere mio figlio nel privato... Volevo sentire appunto da voi che ci siete già passate il vostro parere, e mi state confermando il mio pensiero
    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Purtroppo si, non dovrebbe essere così...
    Invece io ho tolto mio figlio dalla pubblica perché vedevo musi lunghi tra gli adulti che vi lavoravano, poca felicità...in più una serie di problemi strutturali.
    In questa l'ambiente é proprio di felicità, accoglienza, mio figlio è proprio migliorato da quando ha iniziato!
    • Rispondi
  • Alessia
    Sposa TOP Settembre 2020 Messina
    Alessia ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    🤣🤣🤣 figurati, a me succedono cose ben peggiori quando mi cimento in più attività contestualmente 🤣


    Comunque, per la mia esperienza, per quanto sia brutto e - in linea di principio - non dovrebbe essere così, anche io ho avvertito la stessa sensazione quando io scelto il nido per Ludovico. E anche con mia nipote Vittoria, che però frequenta la primaria, ho la stessa percezione
    • Rispondi
  • Annette
    Super Sposa Settembre 2013 Roma
    Annette ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    A parte aver ripetuto 1700volte la parola attività (succede quando scrivi e metti gli omini su minuscoli cavallini di legno della ferrovia in contemporanea)😂😂😂😂


    Cmq per me non c'è paragone...per me l'ambiente di questa scuola non vede proprio la pubblica! Penso che lo iscriverò anche alla primaria tra due anni da queste suorine!
    • Rispondi
  • Alessia
    Sposa TOP Settembre 2020 Messina
    Alessia ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Idem mio figlio con il nido
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti