COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. Consulta il nostro Centro Assistenza.

C
Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano

Decisione di avere un figlio

Camilla, il 4 Agosto 2020 alle 16:10 Pubblicato in Future mamme 0 28
Salvato Salva
Rispondi

Ciao a tutte scrivo qui dopo due anni e mezzo dal mio matrimonio in quanto stiamo decidendo di avere un bambino. Inutile dire che la decisione mi entusiasma e spaventa al tempo stesso quindi vorrei condividere con voi i miei dubbi, i miei desideri o semplicemente la mia situazione sperando che voi mi raccontiate le vostre. Chissà magari farò un pò di chiarezza dentro di me.

Vi spiego, io e mio marito siamo insieme da 10 anni, ci siamo conosciuti all'università.

Abbiamo casa di proprietà e lavoriamo entrambi. Mio marito ha un lavoro stabile ed io sono libera professionista e solo da alcuni mesi posso dire di riuscire ad avere un'entrata decente (anche se con il mio lavoro non è mai fissa). Lui fa il pendolare, casa - lavoro ci mette circa un oretta e mezza , orario di ufficio, io anche viaggio ma solo 2 volte a settimana il resto posso lavorare da casa.

Insomma non facciamo una vita da nababbi, ma con qualche piccolo sacrificio posso dire che non ci manca niente, abbiamo anche i genitori vicino e proprio ultimamente anche il mio lavoro sembra ingranare quindi abbiamo deciso che questo è il momento giusto per fare un bambino (lui lo avrebbe fatto anche prima ma io non mi sentivo pronta lavorativamente parlando).

Eppure io a volte ho così paura, paura che succeda qualcosa di brutto e ritrovarci con difficoltà economiche, o di non riuscire a gestire una vita con un bambino specie facendo i pendolari, paura di non essere pronta. Lo desidero così tanto, ma proprio ora che ci siamo a volte mi vengono tante paure e dubbi da pensare stiamo facendo la cosa giusta?

So che aspettare ancora non sarebbe la cosa giusta per noi, abbiamo 30 anni stiamo insieme da tanto, temo di entrare nel circolo in cui nessun momento è mai perfetto o va bene.

So che potremmo dare tanto ad un ipotetico bimbo eppure c'è qualcosa che mi frena, qualcuna che ha vissuto i miei stessi stati d'animo?

Forse cerco solo comprensione Smiley heart



28 Risposte

Ultime attività da Camilla, il 28 Agosto 2020 alle 11:20
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    In bocca al lupo per gli esami e per il lavoro Smiley heart

    • Rispondi
  • Claudia
    Sposa Saggia Settembre 2018 Cagliari
    Claudia ·
    • Segnala
    Ciao ti capisco, noi stiamo insieme da 12 anni, settimana prossima sarà il secondo anniversario di matrimonio e vogliamo mettere su famiglia.. io l’anno scorso ho perso il lavoro indeterminato e a settembre ho ritrovato xo con contratti a termine, a fine settembre scade e speriamo nell’indeterminato x avere una sicurezza in più.. intanto ho fatto la visita dalla
    Ginecologa e a giorni farò tutti gli esami di routine e se tutto va bene a fine mese inizieremo la ricerca.. questo x dirti che abbiamo un forte desiderio ma senza il mio lavoro purtroppo non possiamo permettercelo tra mutuo e altre spese.. in bocca al lupo 🤞
    • Rispondi
  • Stefy
    Sposa Master Maggio 2018 Bergamo
    Stefy Online ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Perfettamente d'accordo! Il momento perfetto non esiste, esiste l'amore e la voglia di costruire una famiglia, tutto il resto lo si affronta man mano!

    • Rispondi
  • Federica
    Super Sposa Maggio 2021 Bologna
    Federica ·
    • Segnala
    Ciao cara Camilla! ♥️
    Intanto se cerchi comprensione sei nel posto giusto 😊 ho letto i commenti anche delle altre perche ero nella tua situazione fino a qualche mese fa!
    Noi abbiamo iniziato a provare seriamente da un paio di mesi, dopo che ne abbiamo parlato per circa un anno, analizzando i pro e i contro, tutta la nostra situazione finanziaria ecc.Alla fine, nel mentre che decidevamo, io ho cambiato lavoro, mia madre si è trasferita all'estero, avbiamo iniziato a fare tutti gli esami preconcezionali ed è venuta fuori una vecchia infezione curata male che forse potrebbe avermi danneggiato le tube.Ti dico questo non per spaventarti, sicuramente la tua situazione non è la mia e tu sei sanissima, ma per dirti che mentre noi facevamo conti su conti, progetti, ecc per avere tutto sotto controllo, alla fine è saltato fuori qualcosa che non ci aspettavamo e che forse adesso puó allungare di molto la nostra ricerca!Siete una coppia che si ama, che lavora e che non sta in mezzo a una strada... Avete già il 90% di quello che serve 😊Il mio consiglio è quello di "buttarsi" perchè potrebbe volerci un mese come un anno, e ti auguro di non doverti mai trovare a dire "mannaggia a me, mi mettevo tante paranoie e invece non arriva... Se ci avessi provato prima!"Alla fine tra rimanere incinta ora o tra 12 mesi cosa cambia? In bocca al lupo a entrambi 🍀🍀😘
    • Rispondi
  • M
    Super Sposa Settembre 2018 Roma
    Meli ·
    • Segnala
    Ciao ti capisco benissimo io ho 34 anni e dopo 8 anni con mio marito abbiamo deciso 2 anni fa di sposarci !!! Entrambi per fortuna abbiamo un lavoro diciamo stabile ( Covid permettendo ) ma siamo ancora in affitto e vicino ( relativamente perché viviamo a Roma) abbiamo solo mia mamma che non è proprio giovanissima! subito dopo il matrimonio abbiamo deciso di provare ad avere un figlio lo desideravamo tanto! con tante ansie e paure senza troppi calcoli abbiamo iniziato a provarci e dopo 6 mesi sono rimasta incinta... quando ho fatto il test ( senza dirlo a nessuno alle 6 del mattino) ed è risultato positivo sono stata pervasa da un misto di emozioni che mi hanno in un secondo travolta da un lato ero strafelice perché stavo realizzando la cosa più bella della mia vita ma dall’altro sono entrata nel panico perché ora stava diventando realtà e se fosse andato qls male ( perdita del lavoro, non abbiamo ancora casa, incertezza sulla gravidanza ecc) non sapevo come fare!!! Mi sono rimessa a letto e dopo poco ho svegliato mio marito per dirglielo!!! Da 9 mesi (domani) sono mamma di un meraviglioso bambino e nel frattempo c’è stato il Covid... purtroppo la vita è imprevedibile ma da quando ho lui ho una forza e un coraggio che non sapevo di avere e una soluzione in qualche modo si trova ... ovviamente uno si augura sempre il meglio ma nonostante le ansie e le paure non sono passate la felicità che ha portato nella mia vita mi fanno affrontare le cose in modo diverso ... scusa il poema ma sono una di quelle che prima di fare un figlio ha pensato e ripensato al momento giusto fino ad arrivare a 34 anni ... non so se esiste il momento giusto ma per me è stato il momento in cui l’ho abbracciato!!!
    • Rispondi
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie a tutte ragazze mi avete instillato tanta fiducia e pro positività. Ci butteremo in questa nuova avventura Smiley smile

    • Rispondi
  • Sposa2018
    Sposa Saggia Maggio 2018 Bari
    Sposa2018 ·
    • Segnala
    Ciao Camilla,io credo che bisogna buttarsi quando si desidera davvero qualcosa..ti parlo di me e mio marito insieme da 10 anni come voi,un attività gestita insieme che grazie a Dio lavora.. ma se dovessi pensare che un domani le cose potrebbero cambiare e non avremmo alcun tipo di altra entrata un bambino non lo faró mai.. invece io dopo 9 mesi di tentativi sono qui a mangiarmi le mani per non aver iniziato da prima la ricerca (siamo comunque molto giovani) e allo stesso tempo ora che non arriva mi rendo conto di quanto lo desidero un bambino.. quindi ciò che posso dirti è di buttarti,di sentire ciò che dice il tuo cuore e il tuo istinto..
    • Rispondi
  • Giulia
    Sposa Precisa Giugno 2019 Padova
    Giulia ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Esatto..in un mondo normale dovrebbe essere così 😅 purtroppo credo che anche se non ci sono "pressioni" (diciamo così) di alcun tipo, forse certe notizie ai datori di lavoro non fa troppo piacere riceverle.. E Anche se le notizie brutte sono altre a mio avviso!
    Figurarsi, le colleghe donne, qualcuna mi ha chiesto se sono incinta qualche gg fa, altre in pausa, sempre qualche gg fa, parlando di figli, hanno fatto un'allusione nei miei confronti, ma con grande naturalezza e dolcezza.
    Di sicuro non saremo mai pronte davvero e di sicuro ci vuole un pizzico di "sana" follia
    • Rispondi
  • Alessia
    Sposa TOP Giugno 2016 Brescia
    Alessia ·
    • Segnala
    Ti capisco, sono paure più che normali e anche belle perche significa che sei una donna con la testa sulle spalle, un figlio é l’impegno per la vita.. ma è la piu grande gioia che una coppia che desidera figli può ricevere nella propria vita. Vuoi privarti di sorrisi bavosi? Se il tuo desiderio è questo buttati, perché non si deve rimandare a domani ciò che puoi fare “oggi”. Io sono impiegata, ero apprendista in gravidanza, mio marito p.iva lui ha aperto nel 2015 e nonostante ha sempre lavorato molto non si tirava fuori stipendi molto alti, io ero molto in ansia perché si sa che le attività in proprio non sono proprio una garanzia di successo, oggi puoi fatturare tantissimo e il mese prossimo nulla.. mi chiedevo se c’è l’avremmo fatta, avevo paura di non riuscire a rimanere incinta e nello stesso momento paura che qualcosa andasse storto.. paura di non farcela economicamente lavorativamente.. alla fine mi sono sciolta, la gravidanza è arrivata e in gravidanza sono passata da apprendista ad indeterminato.. mio marito lavora, tanto tantissime ore e siamo riusciti a vendere il nostro bilocale da giovani ventenni in città per acquistare una bella villetta in periferia.. ci saranno delle difficoltà prima o poi? Può essere... ma la gioia che mi dona mia figlia mi fa dimenticare tutte le giornate no e mi fa apprezzare i momenti belli..
    • Rispondi
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Eccomi qui, grazie della tua condivisione, il pensiero del lavoro è molto comune e diffuso. D'altro canto io penso che se la gravidanza dovesse andare liscia si può comunque lavorare fino ad un certo punto e rientrare poco dopo. Non dico di lavorare fino al giorno prima e riprendere immediatamente però nei limiti del possibile non sarà quello stop di qualche mese a distruggere tutto. O almeno in un mondo normale dovrebbe esser così. Smiley xd

    Inoltre, come mi hanno scritto tante neomamme non è detto che si resti incinta subito. Quindi se dovessi iniziare a provarci ora non vuol dire che nel frattempo non passi qualche mese in più per sistemarti ancor meglio a lavoro e stabilizzarti. D'altra parte sarebbe ancora più brutto aspettare anni e anni esser pronta e poi accorgersi che non si resta subito incinta dovendo aspettare ancora del tempo che a quel punto sembrerà interminabile. Della serie è una delle cose della vita sulle quali non si può avere il pieno controllo e come mi hanno detto in molte alla fin fine un pizzico di follia ci vuole.

    • Rispondi
  • Giulia
    Sposa Precisa Giugno 2019 Padova
    Giulia ·
    • Segnala
    Ciao Camilla, anche io faccio questi pensieri, ultimamente un po' più spesso..ti capisco. Da una parte hp tanta voglia e dall'altra ho un po' di timore. So che è normale, ma adesso che ne parliamo un po' di più mi pare quasi che la "paura" aumenti 😅 Mio marito dice che ha voglia..io fino ad ora (per carità, siamo sposati da poco più di un anno) volevo aspettare, e lui era in ogni caso d'accordo: abbiamo iniziato a vivere insieme giusto qualche mese prima del matrimonio e, soprattutto, io lavoro da poco più di un anno, contratto a tempo indeterminato da 3 mesi. E' stato un bell'anno e insieme ci divertiamo, mi piacerebbe magari stare io e lui un altro pochino così, tutto sommato rilassati come siamo ora. Adesso poi con l'indeterminato mi viene poi da pensare che non sia proprio il massimo restare incinta poco dopo, che sembra quasi che una lo faccia apposta, ma dall'altro lato penso "chi se ne frega, la vita è la mia". Ecco..oscillo un po' tra questi alti e bassi. In fondo in fondo, poi, penso che i miei genitori si sono separati..e uno dei più grandi timori è quello di far vivere determinate cose a mio figlio/i, proprio come me. Invece uno dei miei più grandi desideri è proprio quello di avere una famiglia unita, pure nelle avversità. La comprensione ce l'hai tutta, cerco conforto anche io quando ho qiesti pensieri e leggo più del dovuto cose proprio sul gruppo delle mamme..che sia un segnale? 🙈😅
    • Rispondi
  • G Flower
    Sposa Abituale Maggio 2018 Bolzano
    G Flower ·
    • Segnala
    Cara Camilla, le tue paure sono più che comprensibili e assolutamente normali. Ognuna di noi, all'idea di avere un figlio, prova sensazioni contrastanti. Da una parte l'eccitazione, la gioia, dall'altra i timori e le ansie. Perché la maternità e la paternità sono fatte di entrambi. Se avere un figlio è quello che desiderate e pensate che questo sia una momento buono, allora fatelo. Con la convinzione che, nel momento in cui ci dovesse essere una difficoltà, saprete affrontarla nel migliore dei modi come, sono sicura, ne avete affrontate tante nel corso della vostra storia.
    Io sono incinta di 8 mesi del nostro primo bambino. Io e mio marito viviamo all'estero, non abbiamo nessuno vicino, tutto quello che facciamo lo facciamo da soli e possiamo contare solo sulle nostre forze. Un domani non potrò chiamare mia madre o mia sorella e chiedere se possono guardarmi il bambino nemmeno per un paio di ore perché, che so, io ho una visita medica o semplicemente sto poco bene. So benissimo che non sarà facile senza l'appoggio fisico dei miei cari. E ovviamente anche a me a volte balenano in testa frasi come "e se uno dei due dovesse perdere il lavoro?" oppure "il mio stipendio durante la maternità non sarà più quello di prima, basteranno i soldi per andare avanti?" e mi assale un po' di ansia. Però poi penso alla fiducia che ripongo in noi come individui e come coppia, a tutto quello che abbiamo superato (anche noi storia lunghissima, 14 anni insieme), sento il mio bimbo muoversi nella pancia e mi ricordo di vivere il presente.
    In bocca al lupo!
    • Rispondi
  • Patty
    Sposa VIP Settembre 2018 Brescia
    Patty ·
    • Segnala
    Ciao io sn diventata mamma 3mesi emmezzo fa ho 32anni e mio marito 45,la nostra storia è diversa nel senso che ci abbiamo impiegato 4anni perché ho avuto problemi di poliabortività ma questa è un altra storia. Cmq quello che voglio dirti è che nn è tt rose e fiori la vita di coppia con un bimbo viene sconvolta profondamente, imparare a gestire un bimbo con i suoi tempi all'inizio nn è facile... Dopo quasi 4mesi nn abbiamo ancora trovato un equilibrio nel senso che Erika è un po' monella nn le piace stare nell'ovetto e quindi nn riusciamo nemmeno a fare una passeggiata la sera perché strilla sempre😅🤣 ma lei è la cosa più bella che ci sia capitata e ne siamo entrambi innamorati... È una piccola peste ma è talmente bello averla con noi che pensiamo di allargare la famiglia a breve😊
    • Rispondi
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie delle tue parole, mi ha colpito molto leggere che ai bimbi non interessano abiti firmati o meravigliose camerette, sarà che io da bambina non ho avuto molto, i miei hanno avuto tanti problemi, sia economici che relazionali ed io vivevo "sbattuta" da una parte all'altra. Forse proprio per questa instabilità vissuta mi impongo che debba essere tutto perfetto per l'arrivo di un bimbo, penso che non potrei sopportare che si senta escluso dagli amichetti perché non può avere quello che desidera , o peggio che non riesca a dedicargli abbastanza tempo a causa del mio lavoro (anche se so che farò il possibile). Forse le ferite del passato in questo momento rivengono un pò a galla e tornano a bruciare, ma nel leggere le tue parole ho sentito un sollievo, una carezza interna che mi hai dato.

    • Rispondi
  • Carlotta
    Sposa Abituale Dicembre 2018 Modena
    Carlotta ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie a te! Confrontarsi è sempre un bene!

    • Rispondi
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie delle tue parole, vedo di non essere sola in questi miei dubbi e questo mi rassicura tanto Smiley heart

    • Rispondi
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Che belle le vostre storie, grazie grazie grazie per averle condivise con me. Ci vuole un pò di irrazionalità a volte Smiley heart

    • Rispondi
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie delle tue parole mi hai fatta sentire compresa. Anche io a volte penso di stare così bene con mio marito che bimbo possa stravolgere tutto, un intruso come hai detto tu Smiley smile . Sono felice di sapere che queste mie paure sono condivise e che poi una volta arrivato il bebè svanisce tutto. Penso non ci sia gioia più grande.

    • Rispondi
  • C
    Sposa Principiante Febbraio 2018 Milano
    Camilla ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie mille della tua risposta,

    hai ragione per quanto io possa arrovellarmi alla fine per fare un bambino ci vuole sempre un pò di incoscienza! Arriva un momento in cui si decide di fare il "salto", nessuno può avere la garanzia che tutto sarà perfetto! Grazie delle tue parole ed

    in bocca al lupo per il vostro futuro, sarete due genitori meravigliosi Smiley heart

    • Rispondi
  • Roberta
    Super Sposa Luglio 2014 Pavia
    Roberta ·
    • Segnala
    Ciao! Ti posso dire che io e mio marito avevamo gli stessi timori quando abbiamo deciso di avere un figlio. Lui ha un impiego statale mentre io sono un'impiegata che a quel tempo trascorreva praticamente tutto il giorno fuori casa, avevamo e abbiamo tutt'ora un mutuo sulle spalle, zero aiuti dalle nostre famiglie perché a diversi km di distanza da noi... Insomma, alla fine ci siamo buttati ed ora abbiamo due bimbi di 4 anni e mezzo e un anno e mezzo. Nel frattempo le mie priorità sono cambiate, ho lavorato per qualche tempo con riduzione di orario grazie alle ferie che avevo accumulato, poi la mia azienda ha chiuso ottenendo un'ottima buonuscita. Con il mio secondo bimbo avevo pensato di rimandare la ricerca di un altro impiego ma poi l'ho cercato e l'ho trovato subito. E ora che mio marito ha ottenuto il trasferimento, stiamo cambiando la casa che avevamo acquistato lo scorso anno per tornare vicino alla mia famiglia, in un'altra regione. Tutto ciò per dirti che la vita ti riserva sempre mille sorprese. Nella vostra condizione io mi butterei. E comunque sai, ho imparato che ai bimbi non interessano abiti firmati o meravigliose camerette. Per loro è sufficiente solo la presenza dei propri genitori, tutto il resto passa in secondo piano. In bocca al lupo!
    • Rispondi
  • Federica
    Sposa TOP Dicembre 2017 Torino
    Federica Online ·
    • Segnala
    Ciao Camilla, le tue paure sono assolutamente normali! Io e mio marito nel 2018 decidiamo di allargare la famiglia, entrambi con lavoro fisso, siamo in affitto ma non ci manca nulla facendo qualche sacrificio! Rimango subito incinta a settembre 2018 e ad aprile quando ero all’ottavo mese l’azienda dove lavoravo di punto in bianco chiude i battenti lasciandoci tutti a casa... sconforto generale ma tra maternità, disoccupazione e qualche risparmio ce la facciamo! A gennaio trovo di nuovo lavoro e tre giorni fa ho ottenuto l’indeterminato dopo 7 mesi di contratto a tempo determinato... una gioia!!! Abbiamo passato momenti difficili ma questo mi ha insegnato che tutto può cambiare da un momento all’altro e se aspetti il momento giusto non farai mai il grande passo!! In bocca al lupo per la ricerca 🍀
    • Rispondi
  • Silvia
    Sposa VIP Settembre 2019 Cuneo
    Silvia ·
    • Segnala
    Ciao Camilla, io non ho mai sentito il desiderio di avere un figlio ma proprio per questo ti rispondo, è un tema su cui mi sento molto neutrale 😅. Credo che le tue paure siano fisiologiche, un figlio è un passo importante e questi tuoi timori dimostrano che stai affrontando la questione con la giusta consapevolezza. Il momento perfetto non esisterà mai, per nessun cambiamento sarà mai il momento giusto in assoluto. Ci saranno sempre riorganizzazioni da fare, priorità da rivedere ecc... Però a volte dobbiamo fidarci del nostro istinto... Ho una collega di studio (libera professionista anche lei così come il marito) che ha fatto 3 bimbi e nonostante tutti gli incastri logistici incasinati e le spese (a volte di più a volte di meno) ce la fanno e sono felici. Non possiamo programmare tutto. Conosco persone che hanno atteso una vita aspettando il contratto a tempo indeterminato o la stabilità continuativa ma poi qualcosa è andato storto comunque (questo periodo covid è la conferma che nulla è sotto controllo) ... Ma ce l'hanno fatta comunque (faccio la psicoterapeuta e attingo a un largo bagaglio di storie 😉)
    Realizzate il vostro sogno di diventare genitori, i pezzi di riorganizzeranno pian piano spontaneamente 🤗
    • Rispondi
  • A
    Sposa Saggia Luglio 2017 Varese
    Ambra ·
    • Segnala
    Ciao Camilla, io credo che sia normalissimo o per lo meno io avevo gli stessi tuoi dubbi; mi ricordo anche di avere scritto un post molto simile al tuo anni fa.
    A volte ho anche pensato che più diventavo “grande” più paure mi venivano (e credo sia normale, a 20 anni sei molto più ‘leggera’ che a 30)
    Cmq il momento perfetto come dici tu non c’è mai; quindi io ti do un consiglio, buttatevi e iniziate a cercarlo (magari al primo colpo ci rimani o magari come noi ci mettete un po’ di più di tempo (purtroppo abbiamo scoperto di avere problemi di fertilità e mi sono anche sentita molto stupida ad avere scritto quel post anni fa, perché quando mi sono resa conto di non poter magari mai diventare mamma, ho capito che tutte quelle paure erano inutili))
    • Rispondi
  • Carlotta
    Sposa Abituale Dicembre 2018 Modena
    Carlotta ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie mille Semele per le belle parole. Il giudizio altrui io lo lascio agli altri ma fa sempre piacere sentirsi appoggiati anche dai "non addetti ai lavori"! Un abbraccio

    • Rispondi
  • Semele
    Super Sposa Maggio 2019 Roma
    Semele ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Carlotta ti voglio solo fare i miei complimenti per aver preso una scelta non facile. Fate benissimo a ignorare le paure che vengono dal giudizio altrui, sono quelle più fastidiose e limitanti, ma non è giusto lasciarsi condizionare così!
    In bocca al lupo per tutto.
    Per rispondere a Camilla, anche io ho sentito e sento ancora tutte le ansie che dici tu, tanta paura di non riuscire a sopportare il peso economico di un figlio, di dover fare sacrifici in termini di carriera, e in generale di rompere un equilibrio in cui siamo felici.Alla fine, come anche dice Laura, è stata una delle scelte meno razionali che io abbia mai preso: avevamo deciso di avere un figlio in un momento di stabilità, e abbiamo anche aspettato a provarci proprio per avere questa stabilità, ma poi ci siamo ritrovati entrambi più traballanti dal punto di vista economico, ma abbiamo deciso di non interrompere la ricerca, anche perché questo ci insegna che tutto può succedere e la stabilità vera uno non ce l'ha mai, e se si insegue a tutti i costi si rischia di rimandare troppo (rimandare se non si è pronti ci sta, ma rimandare anche quando si ha voglia per motivi esterni è dura). E poi comunque va anche detto che il rischio è che quando si è stabili si ha più paura a rompere l'equilibrio, mentre ora che ci siamo entrambi dovuti rimettere in discussione ci sentiamo più liberi di infilare un bambino nella nostra nuova e futura situazione, non so se mi sono spiegata 😊
    • Rispondi
  • V
    Sposa Precisa Settembre 2017 Milano
    Viola ·
    • Segnala

    Ciao cara, noi siamo ben lontani dal momento perfetto ma vista l’età (io 34, lui 40) e vari problemini che potrebbero allungare i tempi ci siamo buttati!

    Da persona iper razionale e moderata quale sono, credo che la decisione di avere un figlio debba nascere non solo da ragionamenti e calcoli ma anche da un pizzichino di follia.

    • Rispondi
  • Laura
    Super Sposa Maggio 2018 Roma
    Laura Online ·
    • Segnala
    Ciao Camilla, ti racconto la mia esperienza. Io ci ho messo tanto per decidermi, ho attraversato forti crisi personali negli ultimi anni e soltanto quando mi sono "ritrovata" ho sentito che era il momento. Inoltre stavo così bene con mio marito noi due da soli che vedevo un ipotetico bimbo come un intruso, non capivo se volessi un figlio veramente o se lo volessi perché sentivo la pressione sociale in questo senso, avevo anche il terrore della gravidanza, della trasformazione del corpo ecc. Insomma, sono impazzita per capire cosa volessi davvero, e mi sono "buttata" a quasi 38 anni. Io sono una persona molto razionale e posso dirti che è stata forse l'unica decisione della mia vita presa con il cuore e non con la testa.
    Io penso che le paure siano normali e, come mi disse una volta un collega quando ancora non avevo figli, se pensi e ripensi mille volte ai pro e ai contro i figli non li farai mai perché è un salto nel vuoto...
    Posso dirti che io che avevo il terrore della gravidanza e del parto ho vissuto quel periodo come uno dei più belli della mia vita. Sono felice della decisione presa, a volte mi dico che avrei potuto farlo prima ma obiettivamente non ero pronta, non sarebbe stato tutto così bello se lo avessi fatto anni fa. Penso che il momento perfetto non esista, quindi se te la senti buttati. Pensa che noi abbiamo iniziato a cercare un figlio proprio in un momento "non perfetto" perché vista l'età pensavamo che ci avremmo comunque impiegato molto tempo o non ci saremmo mai riusciti, e nel frattempo di riuscire a risolvere il problema che avevamo (di tipo professionale). Invece sono rimasta incinta di lì a poco e nonostante il momento non fosse dei migliori è andato tutto bene.
    • Rispondi
  • Carlotta
    Sposa Abituale Dicembre 2018 Modena
    Carlotta ·
    • Segnala

    Ciao Camilla, nel leggere le tue parole ho ritrovato le stesse parole di mia moglie.

    Stiamo insieme da 5 anni e ci siamo unite civilmente da 1 e mezzo fa. Lei ha 36 anni e l'anno scorso abbiamo avuto importanti confronti perchè lei era molto molto titubante sull'avere un figlio assieme. Ovvio che la nostra situazione è un po' più problematica per ovvie ragioni, però poi alla fine la paura di arrivare a fine mese o di non sentirsi pronte ce l'abbiamo tutti a prescindere dal vissuto. Dopo qualche mese mia moglie si è convinta. Le sue erano paure dettate fondamentalmente dagli altri: cosa penserà la gente? Bisognerà combattere già dalla nascita, non so se sono pronta, non so se è GIUSTO, la scocietà non è pronta, economicamente è impegnativo e via discorrendo. Dopo qualche mese ha ammesso a sè stessa che stava cercando la convinzione e la forza per sentirsi ADEGUATA. Neanche io mi sento tutti i giorni, tutti i minuti adeguata e pronta, le paure ce le abbiamo tutti ma è vero pure, e io me lo ripeto come un mantra, che ce l'hanno fatta tutti: perchè noi no? Anche io sono libera professionista quindi posso comprendere molto bene le tue perplessità poi però arrivi ad un certo punto e ti dici che per mettere al mondo un bambino ci vuole sempre un po' di incoscienza! Smiley smile goditi la tua ricerca e vedrai che andrà tutto bene, e se non dovesse andare tutto bene ci saranno sicuramente anche le soluzioni. In bocca al lupo!

    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti