COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. Consulta il nostro Centro Assistenza.

C
Super Sposa Maggio 2017 Roma

Gravidanza ai tempi del covid

Chiara, il 30 Novembre 2020 alle 14:26 Pubblicato in Future mamme 0 23
Salvato Salva
Rispondi
Ragazze, dal prossimo mese vorremmo cominciare la ricerca del secondo bimbo ma a me questa situazione Covid terrorizza. Ho paura di prenderlo ed avere complicazioni e soprattutto ho paura di trasmetterlo ai miei cari. Poi tutte le visite e i prelievi in clinica mi mettono un po' di timore... Secondo voi è il caso di rimandare? Chi è incita o ha partorito da poco cone l ha vissuta? Io ho molta voglia di avere un altro bimbo ma situazione mi fa paura

23 Risposte

Ultime attività da Barbara, il 4 Dicembre 2020 alle 14:16
  • B
    Sposa Abituale Luglio 2018 Genova
    Barbara ·
    • Segnala
    Io ti consiglio di non aspettare in quanto non sai quanto ci metterai a restare incinta... io lo cercavo da due anni e sono incinta adesso. Sono triste perché mio marito non può partecipare alle visite in ospedale ma solo in studio privatamente... in più ho il terrore di fare travaglio e parto da sola... però sono così felice di sapere che tra qualche mese potrò avere il mio bimbo tra le braccia che mi basta pensare a quello ed ogni timore passa...
    • Rispondi
  • Elena
    Sposa Precisa Luglio 2018 Udine
    Elena ·
    • Segnala
    Io ho partorito il 20 settembre (e la situazione covid non era malissimo) però l'ho vissuta molto male, sarà perché era il primo figlio ma mi sono sentita molto sola non tanto per il parto quanto per il post.. ero stanca, mi figlio piangeva sempre, mio marito poteva stare solo 1 ora al gg e non sono x nulla stata seguita in particolare x l'allattamento, poi dopo 9 gg dalla nascita il bimbo è svenuto e siamo corsi ini neonatologia e x ricoverarci ci hanno fatto il tampone (anche al mio bimbo di 9 gg) e sempre x problemi di tampone mio marito non lo ha toccato x 4 gg!!! Tutto questo per dire che, per mia esperienza, suggerirei, se possibile, di aspettare tempi migliori... anche perché pensa adesso non accetto nessuno in casa e quindi nonne e zii non possono neppure vederlo se non in video o foto.. e quante cose non si possono fare.. viaggi (come una semplice passeggiata in montagna) e il suo primo natale?? Chiusi in casa... ovviamente io non giudico le decisioni di nessuno però se posso dico la mia opinione.. in ogni caso, che sia x adesso o tra qualche mese ti auguro tanta fortuna x il tuo sogno!🥰
    • Rispondi
  • Pamela
    Super Sposa Giugno 2018 L'Aquila
    Pamela ·
    • Segnala
    Ciao io ora sono incinta e la paura ci sta 😌 ma vado in laboratorio privato per le analisi, giro il meno possibile per proteggere il mio piccolo... vivi il momentaneamente quando arriverà si affronta tutto 🥰🥰🥰
    • Rispondi
  • Sara
    Sposa Saggia Giugno 2018 Milano
    Sara ·
    • Segnala
    Se ti posso dare un consiglio..se lo desiderate iniziate a provare..ci sono coppie che neanche il tempo di pensarci e già rimangono incinta ed altre che ci impiegano tempo..io sono rimasta incinta a marzo in pieno locdown..andavo da una ginecologa privata quindi mio marito è sempre entrato alle visite e non c'è mai stata confusione,massimo 1/2 persone in sala d'attesa..le beta le avevo fatte in laboratorio privato quindi stessa cosa..poi purtroppo la gravidanza non è andata a buon fine infatti se tornassi indietro inizierei a cercarla prima visto quello che mi è successo..se lo desiderate partite senza farvi troppi pensieri❤
    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa VIP Giugno 2019 Varese
    Daniela ·
    • Segnala
    Io ho scoperto il mio positivo a marzo e ad ottobre ho partorito. In pratica mi sono fatta tutta la gravidanza, soprattutto i primi mesi, durante il primo lockdown..forse anche quello più duro perché ancora non sapevamo quasi nulla del virus e c’era in giro molta paura.
    Ovviamente uscivo solo ed esclusivamente per le visite mediche, non sono mai andata a fare la spesa o altro. La paura c’era ma con le dovute accortezze si fa tutto.
    Il parto è stato abbastanza difficile perché non ho potuto avete mio marito dall’inizio alla fine ma solo durante il travaglio attivo e poi il parto🤷🏻‍♀️ Pazienza, sono sopravvissuta anche a questo☺️
    • Rispondi
  • Michela
    Sposa Precisa Maggio 2019 Modena
    Michela ·
    • Segnala
    Ciao Chiara, io ho scoperto il mio positivo a maggio e partoriró tra un mese. Non ti nego che le ansie e preoccupazioni dovute al periodo COVID ci sono e più volte mi sono sentita un po’ abbattuta. Tuttavia se tornassi indietro, a quando quel giorno di marzo io e mio marito abbiamo deciso di provare ad avere il nostro primo figlio, rifarei esattamente la stessa scelta.
    Io sono dell’idea che la vita è imprevedibile, e non sempre va come vorremmo o ci aspettiamo. Se avere un altro figlio è il vostro desiderio, qui e adesso, non pensateci troppo, fatelo. La situazione COVID, per quanto adesso sia molto limitante e preoccupante, prima o poi si risolverà, e non per questo bisogna mettete la propria vita in “stand by”. Io sono riuscita a fare sempre tutte le visite, esami, appuntamenti senza nessun problema! Anzi, con il fatto di essere in gravidanza ho avuto priorità di accesso su moltissimi esami. Per quanto riguarda il parto, io adesso mi sento così felice e fortunata che poco mi importa se dovessi partorire da sola in una caverna, tra un mese avrò il mio bambino e non vedo l’ora! Ti auguro il meglio e in bocca al lupo!!
    • Rispondi
  • D
    Sposa Curiosa Giugno 2018 Venezia
    Desire ·
    • Segnala
    Ciao Chiara sono nella tua stessa situazione, ho un bimbo di 17 mesi e ci piacerebbe iniziare la ricerca del secondo.. abbiamo pensato di aspettare la primavera sperando che la situazione migliori un pochino ( anche perché abbiamo appena acquistato casa nuova)! Son stata dalla ginecologa ieri e mi ha detto di aspettare che la situazione covid passi ma come si fa? E Se dura un altro anno e mezzo ? Ho già 34 anni! Certo bisogna mettere in conto che i papà non possono entrare alle visite ma pazienza . D’altronde i bimbi sono sempre nati anche durante la guerra ! Quindi se te la senti buttati
    • Rispondi
  • Viviana
    Sposa TOP Maggio 2021 Taranto
    Viviana ·
    • Segnala
    Io ho passato la gravidanza in pieno covid, da novembre 2019 a luglio 2020.. Ero abbastanza tranquilla perché i prelievi li facevano direttamente nello studio ginecologico quindi uscivo solo per quello e per la spesa.. Per il resto rimanevo in casa.. Comunque a livello di feto il ginecologo mi ha sempre detto di stare tranquilla perché se lo avessi contratto non sarebbe successo nulla, per i famigliari può capitare sempre, con o senza gravidanza.. Bisogna stare attenti e vedersi un pò meno
    • Rispondi
  • Roberta
    Sposa VIP Giugno 2015 Genova
    Roberta ·
    • Segnala
    Ciao Chiara, io sono un Oss e lavoro in ospedale in pronto soccorso. Quindi sono a contatto tutti i giorni con i pazienti covid+, non ti nego che la paura c’è ed è molta. Abbiamo iniziato a provarci in modo mirato con stick ad Agosto, ma in realtà già da qualche mese prima ma ancora non è arrivata la gravidanza. Adesso sono sotto mutua, la mia dottoressa mi ha fermata xk stavo entrando in born-out. Spero con tutto il cuore che possa arrivare adesso per Natale un nuovo fagiolino da amare, sarebbe un bel modo di concludere un anno di 💩. Per fortuna a casa ho la mia bimba di quasi tre anni che mi porta tanta gioia. Altrimenti non so come avrei reagito in questo periodo...
    Io non intendo sospendere la ricerca, anche xk come ho visto potrebbe non arrivare subito...
    • Rispondi
  • Mary
    Sposa VIP Giugno 2018 Lecce
    Mary ·
    • Segnala
    Io ho trascorso il mio ultimo mese di gravidanza e partorito il mio primo figlio durante il lockdown a marzo aprile . È stata dura perché sono dovuta rimanere sola sia in ospedale che a casa dopo eravamo solo io e mio marito . Non potevamo vedere nessuno. Ma ce l’abbiamo fatta . La situazione è delicata ma si può tutto. Io al tuo posto lo farei..
    • Rispondi
  • Lorena
    Sposa TOP Settembre 2018 Monza e Brianza
    Lorena Online ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Come ti capisco! io sono a metà dell'ottavo mese e ci sono tanti lati positivi da trovare nonostante questa brutta situazione! noi ci aggrappiamo a quelli!

    • Rispondi
  • Lorena
    Sposa TOP Settembre 2018 Monza e Brianza
    Lorena Online ·
    • Segnala

    Chiedo scusa in anticipo per la mia risposta lunga.

    Noi stavamo provando da un anno e mezzo ad avere una gravidanza. Quando a febbraio è uscito questo covid e abbiamo capito che ne avremmo avuto per un bel po' perchè la situazione era seria, ci siamo seduti con calma a parlare del nostro futuro. Ci siamo chiesti se valesse la pena continuare i nostri tentativi, quanta fatica avremmo fatto a mettere al mondo una creatura in un periodo così difficile, durante una pandemia mondiale. Alla fine abbiamo deciso di continuare a provare perchè nonostante tutto la vita deve andare avanti, e così come già ai tempi comunque c'erano tante donne in procinto di partorire e tanti bimbi piccoli ci siamo detti "si può fare." è difficile ma si può fare.

    E così a maggio abbiamo avuto il positivo. Sin dal primo giorno ho affrontato la gravidanza con grande ansia, sono sempre da sola ad ogni ecografia ed ogni visita perchè mio marito non lo lasciano nemmeno entrare nella struttura dell'ospedale per stare in sala d'attesa, ogni volta mi aspetta in macchina. Mi sono anche sentita dire che sono una pazza egoista a volere a tutti i costi un figlio quando c'è un virus così pericoloso in giro, ma sono tutte persone che non conoscono la mia vita, e del loro giudizio non mi frega niente. Mio marito comunque mi è molto vicino in ogni istante a lui possibile, soprattutto moralmente, e senza di lui non saprei come superare questi momenti di sconforto in cui mi sento sempre sola per colpa del virus. Anche i rapporti con la mia famiglia sono ridotti all'osso, quest'estate li vedevo di più ma da quando i contagi sono risaliti in autunno non usciamo di casa se non per il lavoro (lui, perchè io sono entrata subito in maternità anticipata per il rischio del mio lavoro) o per la spesa (dove va comunque lui perchè io sono molto preoccupata).

    Ho sentito comunque che i bambini piccoli e le donne in gravidanza sono meno propense al contagio, ma ciò non toglie che un minimo rischio c'è. Mi manca vedere la mia famiglia e so che anche quando nascerà tra un mese non potrò fare così tanto affidamento sulla loro presenza fisica. Cerco di guardare il lato positivo delle cose: niente parenti invadenti, niente visite indesiderate a una settimana dal parto, niente di tutte queste cose irritanti! Pace e tranquillità tra le nostre quattro mura.

    Da un lato, però, la gravidanza mi ha dato la forza di affrontare questa pandemia, mi sento di avere uno "scopo" che non è solo quello di starmene buona ad aspettare che tutto passi.

    Siamo forti!! Qualsiasi sarà la vostra decisione, fa' che vi venga dal cuore!

    • Rispondi
  • Pala
    Sposa Master Maggio 2015 Milano
    Pala ·
    • Segnala

    Io sono quasi all'ottavo mese, sono rimasta incinta in pieno lockdown.

    Ci siamo chiesti anche noi se fosse o meno il momento adatto di cercare una gravidanza vista la situazione. Nel nostro caso abbiamo deciso di provarci vista anche la nostra età e l'età del nostro primo figlio.

    Sono rimasta incinta subito e quindi ho vissuto tutta la gravidanza in questa situazione strana.
    Di certo rispetto alla prima gravidanza ci sono delle differenze: mio marito non è mai venuto alle ecografie, nè agli esami, quando vado in ospedale a fare gli esami devo prenotare tutto in anticipo mentre prima era a libero accesso... va detto che alcune differenze sono certamente dovute anche al fatto che ora abbiamo un altro bambino, per esempio anche se mio marito fosse potuto venire alle visite c'era bisogno di qualcuno che tenesse il bambino.

    Quando vado in ospedale per gli esami o dalla ginecologa non mi sento "insicura", gli accessi sono limitati, la temperatura controllata, le persone ben distanziate, etc.

    Assurdamente questa situazione per me ha anche degli aspetti positivi: sono in smartworking e lavorerò tranquillamente da casa anche tutto l'ottavo mese, la seconda gravidanza è fisicamente più pesante e non so se sarei riuscita a lavorare l'ottavo mese anche questa volta se avessi dovuto fare il mio solito viaggio (1 ora ad andare e 1 a tornare tra mezzi e pezzi a piedi).

    Mio marito è a casa in smartworking come me quindi quando sarò a casa in maternità non sarò a casa da sola con la bambina ma ci sarà lui. Questa cosa mi fa molto piacere soprattutto nel postparto quando ci sarà da gestire in contemporanea il grande e la piccola neonata considerando che noi non abbiamo nonni nella nostra città e ce la dobbiamo vedere totalmente da soli.

    Chiaramente mi spiace che i nonni non potranno vedere la piccolina appena nata, nè che mio marito possa stare tutto il giorno in ospedale con noi come ha fatto con il primo bimbo ma cmq non sarebbe potuto rimanere visto che deve occuparsi del più grande.

    • Rispondi
  • Iside
    Sposa Precisa Settembre 2016 Milano
    Iside ·
    • Segnala
    Io sono entrata da poco nel settimo mese e qualche pensiero ce l'ho, soprattutto perché come sai ho un altro bimbo di 2 anni e insomma, quest'anno è stato tutto così complicato da certi punti di vista! Però se fossi in te penserei: e se questa situazione poi va a finire che si protrae per un altro anno? Te la senti di aspettare? Io sono una di quelle persone che cerca sempre di mettersi nella situazione migliore (ossia stiamo attenti ai contatti, rispettiamo l'igiene, etc) ma se poi deve capitare capita e poi cerchiamo di capire come affrontarla. Alla fine nessun rischio è ineliminabile se ci pensi. Che dici? In bocca al lupo per qualsiasi cosa deciderai 🥰
    • Rispondi
  • Laura
    Super Sposa Maggio 2018 Roma
    Laura Online ·
    • Segnala
    Ciao, io ho partorito pochi giorni prima del lockdown ed il postparto è stato molto duro in quelle condizioni (anche se gente che ha partorito anni fa mi dice "beata te" 😒), però per fortuna ho potuto avere un parto normale e vivere tutta la gravidanza normalmente. Io se fossi in te mi butterei, alla fine non si sa ancora quando veramente potremo tornare alla vita di prima. In ogni caso credo che le situazioni peggiori le abbiano vissute le mamme che sono state incinte nel 2020, soprattutto chi ha partorito a marzo o aprile. Si spera che da qui in avanti le cose migliorino. Ho una conoscente che ora è incinta e sta vivendo bene la gravidanza, si sente sicura quando va in ospedale (anche io sto facendo delle visite per altri motivi di salute e non mi sono sentita insicura).
    Per il resto le precauzioni che si devono prendere sono le stesse che dovremmo seguire tutte, incinte e non.
    • Rispondi
  • Lena
    Sposa VIP Agosto 2014 Milano
    Lena ·
    • Segnala
    Io sono incinta del secondo figlio, sono ora nel 7 mese quindi non mi manca molto.

    È un caso che sia arrivato in periodo Covid perché lo cercavamo da più di 2 anni quando sono rimasta incinta a maggio di quest’anno... forse non avremmo cominciato volontariamente la ricerca, ma lo stesso non l’abbiamo interrotta, pur consapevoli della situazione.

    Finora è andato tutto bene ma qualche paura c’è, anche perché avendo un primo figlio che va alla scuola materna il rischio di contagio è perenne. Cerchiamo di essere super attenti, di ridurre al minimo gli altri contatti e di essere anche un po’ fatalisti. Se capita si affronterà.
    Per le visite... ti dirò, non ho riscontrato particolari problemi, sono seguita privatamente quindi le ho sempre fatte, ma anche per quelle fatte in ospedale non ho avuto problemi.
    Certo, eviti di correre al PS per ogni minima cosa ma per me questo è un bene (tolto che le 2 volte che ho davvero avuto bisogno ci sono andata senza problemi).
    Poi... tuo marito non può entrare alle visite ma onestamente non è un dramma, io penso sempre alle donne che le affrontano da sole perché qualcuno accanto proprio non ce l'hanno e la lamentela mi passa subito.
    Altro... staremo a vedere per il parto!
    • Rispondi
  • Cami
    Sposa VIP Luglio 2018 Prato
    Cami ·
    • Segnala
    Ciao! Io ho partorito ad agosto e quindi durante il primo lockdown ero all'inizio del secondo trimestre... Per noi non è stato facile perché mio marito l'ha avuto e io sono andata via di casa e sono stata isolata un mese e mezzo (il tempo che mio marito guarisse) nel sottosuolo dei miei suoceri perché non mi hanno mai fatto il tampone e quindi non si sapeva se magari l'avevo preso in forma asintomatica... Possato quel periodo però è stato tutto molto più semplice... Stare sola in ospedale non è stato bello però pace è per poco tempo... Comunque questa situazione non si sa quanto durerà quindi io non metterei in stand by la mia vita per questo
    • Rispondi
  • Rossella
    Sposa Master Settembre 2020 Vicenza
    Rossella ·
    • Segnala
    Io sono in 6 settimane e ho fatto oggi la prima visita! Io sto andando privatamente per non andare in ospedale...cmq se la cosa ti mette molta ansia potete pensare di aspettare un pochino 🥰
    • Rispondi
  • Semele
    Super Sposa Maggio 2019 Roma
    Semele ·
    • Segnala

    Noi abbiamo iniziato la ricerca proprio poco prima dell'inizio della quarantena, e ovviamente poi ci abbiamo riflettuto se era il caso di continuare o meno, ma alla fine abbiamo deciso di provarci per vari motivi... Sono rimasta incinta a luglio e ammetto che vivere la gravidanza durante il COVID dal punto di vista pratico non è stato poi così complicato, perché alla fine le visite le abbiamo sempre potute fare senza problemi (eccetto che magari mio marito non può entrare in tutte le visite, specialmente in ospedale). Però ecco ammetto che ci sono stati momenti di sconforto dal punto di vista emotivo, dovuti a lutti e a stress che magari in altre circostanze non ci sarebbero stati... Finora io ti potrei dire che lo rifarei.

    Poi tutt'altra questione è invece il momento del parto e le prime settimane o mesi del bambino: il rischio è di prendere il covid poco prima o poco dopo il parto e di avere problemi nelle prime settimane nel rapporto con il bambino, o anche il rischio di dover passare i primi mesi sostanzialmente isolati dalla famiglia per paura del virus. Io non ho ancora partorito quindi non posso sapere come sarà o se me ne pentirò di aver scelto proprio questo periodo per farlo, ma non si può negare che sarà un momento più delicato del solito. Certo è vero che io spero che ad Aprile, quando dovrò partorire, la situazione sarà un po' migliorata, e anche tu se inizi la ricerca ora poi sperare che fra nove mesi (almeno) la situazione sarà più sotto controllo, ma ovviamente non possiamo avere certezze

    • Rispondi
  • Wewola
    Sposa TOP Settembre 2019 Milano
    Wewola ·
    • Segnala
    Io sono rimasta incinta a febbraio e ho partorito poco più di un mese fa...primo figlio...sinceramente ecco,se avessi saputo avrei aspettato...è stato un calvario pure prenotarli i primi esami povero cuoricino mio 😔❤
    • Rispondi
  • Giulia
    Sposa VIP Settembre 2019 Modena
    Giulia ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Penso che ci voglia un pò di "incoscienza", ovviamente intesa nel migliore dei modi, per poter cercare un figlio... se si pensa a tutto ciò che può succedere non si farà mai... almeno io la penso così🥰 poi c'è da dire che non sappiamo per quanto durerà questa situazione...e ovviamente augurandoti di vedere subito il tuo positivo, non sai neanche quanto tempo ci vorrà 😊perciò stai serena, vivetevi il momento 🥰
    • Rispondi
  • C
    Super Sposa Maggio 2017 Roma
    Chiara ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Mi rincuora sentire ciò! Io dopo mille paure dovute a dubbi se facevo bene o meno a cercare il secondo dato che il primo lo vedo ancora piccolino, ora si mette la paura per il covid! Io vorrei tanto provare ad iniziare, ma sono una persona super ansiosa 😌
    • Rispondi
  • Giulia
    Sposa VIP Settembre 2019 Modena
    Giulia ·
    • Segnala
    Ciao Chiara, io ho partorito ad agosto... quindi ho fatto tutta la gravidanza in pandemia... le uniche cose che mi sono pesate sono state il travaglio w la degenza in ospedale...mio marito è potuto stare con me solo al parto, e poi due ore al giorno per i 2 giorni di ricovero... però per il resto siamo stati tranquilli 🥰 tant'è che come ti ho detto in un altro topic stiamo già cercando il secondo 😊
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti