COVID-19 Restiamo sempre al vostro fianco. Consulta il nostro Centro Assistenza.

C
Sposa TOP Settembre 2012 Coast

Partorire a casa: nuova moda o incoscienza?

Cinzia, il 24 Giugno 2014 alle 10:00 Pubblicato in Future mamme 0 110
Salvato Salva
Rispondi

Buongiorno ragazze,

apro questo topic perchè proprio ieri ho saputo che un'amica di una mia amica, ha deciso di partorire in casa.

Ora, molte la spacciano per la "moda del momento", altre sostengono che è un modo più sereno per partorire, altri ancora che è un rischio e quindi un egoismo di alcune donne.

Voi cosa ne pensate?!!

Io credo che non sia una pessima soluzione, anzi, forse è vero, si è più rilassate, avendo come contorno la prorpia cs, quindi i propri affetti, ma, da un'altra parte avrei davvero timore di fronte ad un imprevisto....non sprei proprio.

AGGIUNGO: QUESTO TIPO DI PARTO PUò ESSERE EFFETTUATO SOLO CON PRECISE CONDIZIONI: che si abbia avuto una gravidanza non a rischio, che ci sia un ospedale nelle vicinanze ( un tot i chilometri ), che non siano parti gemellari....

110 Risposte

Ultime attività da Pala, il 15 Maggio 2018 alle 19:05
  • Pala
    Sposa Master Maggio 2015 Milano
    Pala ·
    • Segnala
    Io lo trovo un rischio inutile.
    Anche se una gravidanza va benissimo non si può mai sapere come procede un parto.
    Conosco varie persone che alla fine dopo un lungo travaglio hanno dovuto fare un cesareo d’urgenza per sofferenza fetale.
    Una mia collega stava avendo un travaglio normale e alla fine il bimbo è andato in sofferenza e l’hanno fatto nascere di corsa (anche se naturalmente).
    Ad un sacco di donne capita di avere piccole emorragie post partum che in ospedale vengono trattate in un attimo e non hanno nessuna conseguenza ma in casa chissà...

    Capisco chi voglia godersi l’esperienza del parto nel modo meno medicalizzato possibile ma ci sono cose che non si possono prevedere e anche nel 2000 il parto rimane un evento molto delicato che ha dei rischi per mamma e bambino. Non vedo perché correre dei rischi di vita inutilmente.
    • Rispondi
  • J
    Sposa Saggia Settembre 2016 Latina
    Jenny ·
    • Segnala

    Io credo che sia meglio partorire dove si hanno le giuste precauzioni per qualsiasi cosa!Non si sa mai come va un parto. Io naturalmente ti auguro un parto veloce e senza imprevisti...però chi sceglie di partorire in casa dovrebbe almeno avere con sè un ginecologo ed un ostetrica..

    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Mi spiace ma non accetto io questa visione della "naturalità" a tutti i costi, e ripeto per me è da folli ed è un voler correre dei rischi inutili. E mi ero informata eh, so benissimo che si partorisce a casa solo in determinate situazioni "ideali", ma un parto non sai mai come può finire, e tu dovresti saperlo meglio di me. Non l'hai vissuto sulla tua pelle ma io sì, io è vero, non ero candidata per partorire a casa avendo avuto un parto indotto per PROM (nonostante una gravidanza PERFETTA), questo lo so, ma se per sbaglio mia figlia fosse nata a casa (o fosse nata in un altro periodo storico) a quest'ora sarebbe morta. E la sua asfissia ancora oggi non so da cosa è dipesa, visto che il mio è stato un parto "da manuale" per gli operatori sanitari. L'ostetrica mi ha ripetuto non so quante volte, ho fatto tutto da protocollo. Meno male. Ah, io non ho nemmeno partorito in ospedale, ma in una clinica, proprio perché cercavo un approccio più "naturale" e meno "ospedalizzato" possibile e non sai quanto ho rimpianto questa mia decisione, che ha comportato la necessità di trasferimento per mia figlia in un'altra struttura più attrezzata, con tutti i rischi del caso, avendo perso tantissimo tempo.

    Quindi no, sono a io non accettare questa visione delle cose, mi dispiace. Poi chi desidera partorire in casa e potrà lo farà pure, ma per me resta un'idea folle.

    • Rispondi
  • Ilaria
    Super Sposa Giugno 2017 Milano
    Ilaria ·
    • Segnala
    Per carità io non lo avrei mai fatto, anche se il mio parto é stato da manuale senza nemmeno l intervento del ginecologo. Mi ha seguito solo l ostetrica. Ma in caso di complicazione mia o del bimbo avrei avuto subito tutta l assistenza necessaria
    • Rispondi
  • Greta
    Sposa Saggia Agosto 2021 Varese
    Greta ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Sono opinioni proprie, ma dire "pessima soluzione" a delle madri che scelgono un ambiente a loro più congeniale, non lo accetto, mi spiace.

    Esistono anche soluzioni intermedie come il centro Nascita di Torino, indipendente dal reparto, ma pur sempre in ospedale e vicino a tutti i medici e le sale operatorie. E davvero, poche possono partorire a casa o in centro nascita

    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Certo questo lo capisco, ma per me la medicalizzazione non è il male assoluto, e ti parla una che si è subita induzione con fettuccia, poi ossitocina, episiotomia e manovra di Kristeller. Non le ricordo con piacere, ovvio, ma è peggio vedere nascere tua figlia che non respira, fidati. E quindi per me è meglio correre il rischio della medicalizzazione (che poi se esiste probabilmente in molti casi è necessaria), che correre rischi ben più seri per madre e figlio.

    • Rispondi
  • Greta
    Sposa Saggia Agosto 2021 Varese
    Greta ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Perché a casa non si corre il rischio della medicalizzazione e di interventi non necessari, cosa che invece, sempre stando al NICE, si corre moltissimo in ospedale

    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Il problema, Greta, è che non puoi mai sapere come andrà un parto. La mia domanda è semplice, perché correre un rischio inutile, quando potresti partorire lo stesso, tranquillamente, in una struttura attrezzata per ogni evenienza?

    • Rispondi
  • Greta
    Sposa Saggia Agosto 2021 Varese
    Greta ·
    • Segnala

    Parlo da futura ostetrica, sono laureanda

    Non ho letto le obiezioni della SIN, ma ho letto con estrema attenzione le linee guida NICE (che in termine di maternità, gravidanza, parto e puerperio è anni luce avanti a noi).

    E il NICE dice che per il primo parto è più sicuro l'ospedale, ma per il secondo è più sicuro il parto in casa o in casa maternità

    Viene fatto da ostetriche ESPERTE e più di una, seguito nel minimo dettaglio e a distanza ragionevole dall'ospedale

    • Rispondi
  • Stefania
    Sposa Abituale Luglio 2018 Cuneo
    Stefania ·
    • Segnala
    Senza contare che ha un costo non indifferente il parto in casa...ci lamentiamo che la sanità non ci offre servizi e quelli che offre sono a pagamento...poi per una cosa che è rimasta gratuita andiamo a partorire in casa a pagamento ...bah
    • Rispondi
  • Stefania
    Sposa Abituale Luglio 2018 Cuneo
    Stefania ·
    • Segnala
    Io sono contraria a tutto ciò... per il semplice fatto che mi sembra una moda, come quella di non vaccinare i bambini...io non seguo la moda quindi per me sono assurde queste cose...anche perché, per ora le persone che conosco, che han fatto parti in casa sono state fortunate che è andato tutto bene... io alla prima gravidanza o avuto complicazioni che se da casa avessero dovuto portarmi in ospedale non so come finiva ... quindi manco mi pagassero partorirei a casa...il secondo figlio è nato in mezz’ora ma tanto ben felice di essere andata in ospedale e anche per il terzo farò così
    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Sì ne avevo sentito parlare. Con i progressi che abbiamo oggi .... Non si dice mai, ma il parto per la razza umana è un evento estremamemte pericoloso, non è come per gli altri mammiferi, è naturale, vero, ma è anche naturale morire di parto o partorire figli morti. Se uno può evitarlo (poi purtroppo le disgrazie capitano sempre), non è meglio? Mah!
    • Rispondi
  • Erica
    Super Sposa Maggio 2017 Vicenza
    Erica ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Concordo! Son d'accordo nel cercar di passare la maggiorparte del travaglio a casa (se possibile) ma non di certo il parto....addirittura ca di moda lasciare la placenta attaccata al bimbo per ore per non dire giorni! Boh, io non capisco proprio...
    • Rispondi
  • Alessia
    Sposa Abituale Settembre 2016 Ticino
    Alessia ·
    • Segnala
    Ciao! Io onestamente la trovo un’idea folle! Ho conosciuto due ragazze che hanno deciso di partorire in casa e in entrambi i casi si sono verificate delle complicazioni e sono dovute correre in ospedale. Io stessa - pur avendo avuto una gravidanza esemplare - ho avuto qualche problema immediatamente dopo il parto, se fossi stata a casa avrei dovuto chiamare l’ambulanza. Penso anche ad eventuali problemi del bimbo... perché rischiare? Il parto è un evento naturale ma richiede pur sempre una certa cautela!
    • Rispondi
  • Daniela
    Sposa Master Ottobre 2015 Roma
    Daniela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Non potrei essere più d'accordo. E per me è da folli voler partorire in casa, mi spiace. Sarà che sono passata per un'esperienza orribile, pur avendo avuto una gravidanza fisiologica e senza problemi di salute. Ma, induzione a parte (cosa che di fatto già esclude la possibilità di partorire a casa, dal momento che a quel punto il parto non è più fisiologico, ma medicalizzato), il mio parto pur essendo stato nella norma, a detta degli operatori sanitari, si è concluso con una figlia nata con grave asfissia finita intubata in terapia intensiva neonatale. Io ringrazio ancora il cielo di aver partorito in un periodo storico come questo, con tutti i progressi medici e scientifici. Avessi partorito a casa a questa ora mia figlia sarebbe al cimitero.

    • Rispondi
  • Valentina
    Sposa Novella Luglio 2019 Vercelli
    Valentina ·
    • Segnala
    La SIN (Società Italiana di Neonatologia) si espressa contro il parto a domicilio. Al di là del costo elevato (può arrivare a 2-3000 € e non tutte le regioni rimborsano) è considerata, e io sono d'accordo, una regressione sul piano culturale e sanitario. Comprendo il desiderio di partorire in un luogo in cui ci si sente a proprio agio, tuttavia si corre un rischio a mio avviso inutile. Per poter partorire a casa è necessario che non sia il primo figlio, non essere over 35, obese, ipertese, diabetiche, non avere problemi cardiocircolatori, non aver già partorito 4 volte, essere a una distanza massima di 30 minuti dall'ospedale con un reparto di terapia intensiva neonatale più vicino, non avere gemelli e la gravidanza deve essere dichiarata fisiologica. Tuttavia, come spiegato dalla SIN, un parto può essere definito fisiologico solo dopo essere terminato. Non esiste alcuna garanzia che non si verifichino dei problemi per cui anche il trasporto verso l'ospedale può essere pericoloso.
    Se in ospedale non ci si sente a proprio agio, è meglio parlare con il medico, chiedere di vedere i reparti, le sale parto, chiedere quali sono tutte le procedure, perché vengono attuate. Sicuramente l'ansia migliorerà se si prende confidenza con l'ambiente ospedaliero. Scegliete un ospedale con un reparto di ginecologia e ostetricia separato fisicamente dagli altri reparti se volete stare più tranquille. Ma partorire in casa è un rischio inutile per madre e figlio.
    • Rispondi
  • Francesca
    Sposa VIP Agosto 2014 Reggio Emilia
    Francesca ·
    • Segnala

    Che tenerezza :Smiley heart

    Cmq io condivido in pieno...non partorirei mai in un posto diverso da un ospedale!!!

    • Rispondi
  • Jeje88
    Sposa VIP Maggio 2014 Sassari
    Jeje88 ·
    • Segnala

    Io non avrei mai il coraggio, ma se pensiamo che prima si nasceva in casa, senza medici ma solo con l'aiuto di una donna, che a loro dire doveva essere esperta.....Ovviamente quando c'erano i problemi la maggior parte delle volte finiva male....

    • Rispondi
  • C
    Sposa TOP Settembre 2012 Coast
    Cinzia ·
    • Segnala

    UN baciotto anche a te Smiley heart

    • Rispondi
  • Daniela
    Super Sposa Agosto 2014 Pisa
    Daniela ·
    • Segnala
    Avendo lavorato in sala parto e nido del reparto di pediatria posso dirti k io mi sento più sicura in ambiente ospedaliero potrei rascontare miriadi di parti k sembravano normali e poi sn subentrate complicazioni anche gravi x mamma e o bimbo!su qst cose bisogna cercare di essere razionali in un secondo ti salvano la vita a casa nn hai nulla e sei sola!io sn sanitaria e ragiono cm tale le emozioni si vivono anche in sala parto qnt lacrime di gioia si vedono e di versano!!noi comprese!ma in primis mettiamo in sicurezza i ns figli e noi!magari si può scegliere di partorie nella sala del parto naturale k è una vera a propria camera da letto cn tanto di culla e lettone e la coppia può decidere chi fare entrare alcuni sn rimasti solo altri cn i fratellini o i nonni!se ci sn problemi la sala parto è in fondo al corridoio!nell ospedale dv sn io c'è!c'è anche la stanza della vasca si cerca di creata ambienti tranquilli e rilassanti cm se fosse casa ma nella sicurezza di un ambiente sanitario cn persone competenti indispensabili in caso di necessità!
    • Rispondi
  • Mauri&ste
    Sposa TOP Agosto 2013 Bergamo
    Mauri&ste ·
    • Segnala

    Wow io non credo che avrei mai il coraggio/incoscienza di farlo. Un baciottoo a te

    • Rispondi
  • A
    Sposa TOP Aprile 2012 Padova
    Alice ·
    • Segnala

    Smiley xd Smiley xd Smiley xd Se vuoi! Smiley winking

    • Rispondi
  • A
    Sposa TOP Aprile 2012 Padova
    Alice ·
    • Segnala

    Ahahhaahahhahah di vantaggioso c'è che avrai qualcuno che parla la tua lingua madre! Smiley winking

    • Rispondi
  • Tilly
    Sposa Master Agosto 2018 Frosinone
    Tilly ·
    • Segnala

    Non e' che ci ospiteresti per un po'? Giustoil tempo del parto!!!

    • Rispondi
  • D
    Super Sposa Agosto 2014 Caltanissetta
    Desirèe ·
    • Segnala
    No vabbé io sono scioccata.. Esiste davvero tutto questo?? E io che qui in Sicilia mi pongo il problema se partorire qui a Caltanissetta, a Enna o a Palermo.. Voglio partorire lì!! Smiley smile
    • Rispondi
  • M
    Esperta Agosto 2014 Como
    Marta ·
    • Segnala

    Mi hai convinta ahahahahah

    • Rispondi
  • A
    Sposa TOP Aprile 2012 Padova
    Alice ·
    • Segnala

    Beata te!!! Smiley winking

    Io cmq non mi sono mai nemmeno posta il problema se partorire qui o in Italia... Sarei folle se volessi tornare in Italia. Pensa che mia mamma ora che sa che come funzionano le cose qui ha detto che vuole un altro figlio! Smiley tongue E tranquilla che col pacchetto tedesco ti troverai super benissimo!

    Quando sarò il vostro turno contattami! A me hanno aiutato tanto altre ragazze e ora mi trovo splendidamente!

    Per dirti... Visite ogni mese fino alla 30esima settimana, dopo la 30esima ogni 2 settimane, dopo la dpp ogni 2 giorni. Qui te la puoi giostrare come vuoi, puoi scegliere di fare tutto con l'ostetrica o tutto o con la ginecologa o una via di mezzo. Noi abbiamo scelto questa. Quando erano una volta al mese andavamo solo dalla ginecologa. Ora andiamo una volta dalla gine e una volta l'ostetrica viene da noi. Superata la data presunta verrà l'ostetrica da noi. Tutte le analisi sono pagate dalla TK.

    Corso preparto con l'ostetrica che viene a casa, io e marito, in inglese. Tutto pagato dalla TK.

    Faccio Acquafitness für 2 e pago il 15% (solo perchè ho scelto una piscina superfiga, altrimenti sarebbe tutto pagato, ma io la volevo calda! Smiley tongue ), il resto lo paga la TK.

    Tutto il servizio offerto dalla ostetrica che viene a casa e facciamo tutto il travaglio a casa ecc è tutto offerto dalla TK.

    Noi non abbiamo la macchina, quindi per tornare dall'ospedale prenderemo un taxi e ... Abbiamo un certificato che verrà pagato dalla TK!

    Queste sono le sale di parto e sale travaglio: https://www.hebammen-hiltrup.de/?page=unser-kreissaal . A me pare di andare in un albergo a 5 stelle. Mio marito potrà rimanere con me. L'assicurazione pubblica non paga completamente questo servizio (quella privata si), ma noi pagheremo 20 euro al giorno pensione completa e avremo una di queste camere familiari noi 3. Non è chissà che cifra...

    Piccolezze, ma che fanno la differenza: nella nostra lista per la borsa del parto ci sono scritte cose come "oli massaggi se non ci piace quello alla lavanda perchè hanno solo questo, snack preferiti ecc". Per la bimba non dobbiamo portare niente, per me una camicia per il parto e ciabatte, basta praticamente. In Italia alcuni ospedali chiedono anche la carta igienica, oltre a pannolini e tutto...

    Dopo il parto c'è una cosa chiamata Wochenbett. L'ostetrica viene a casa tutti i giorni per i primi 15 giorni a controllare che vada tutto bene, peso, pulizia del cordone cc. Poi per 2 settimane viene ogni 3 giorni, poi per il mese restante una volta alla settimana.

    Sempre dopo e sempre offerto dalla TK c'è lo sport e la fisioterapia riabilitativa per utero e pavimento pelvico.

    E i farmaci sono gratis fino a 12 anni di vita del bambino!!! Smiley winking

    Io non mi sono veramente nemmeno mai posta il quesito se partorire in Italia o meno, ma proprio mai... Vedrai che non lo farai nemmeno tu!!! Smiley tongue

    • Rispondi
  • Lucia
    Sposa Master Settembre 2014 Palermo
    Lucia ·
    • Segnala
    Io lo farei solo alle condizioni da te specificate! Io stessa sono nata in casa Smiley smile
    • Rispondi
  • Cristiana
    Super Sposa Settembre 2014 Ferrara
    Cristiana ·
    • Segnala
    Non mi piace io avrei avuto paura per il piccolo/a infatti io sono mamma ma sono andata in ospedale come la maggior parte delle donne sono stata più sicura e serena
    • Rispondi
  • Valentina
    Sposa Master Maggio 2010 Verona
    Valentina ·
    • Segnala

    Penso sia una questione di "sentore" mi spiego meglio... non credo che sia ne giusto e nemmeno sbagliato....

    Mia suocera ha avuto 3 figli di cui l'ultimo ha deciso di farlo nascere in casa seguita 24h24 da ostetriche e con auto pronte per l'ospedale è andato tutto liscio ed è nato mio cognato.!

    Penso spetti alla mamma decidere se se la sente e se ne è convinta lei , si ! Se la gravidanza non è idilliaca no !

    Ma non è giusto giudicare o dire " sei incoscente , madre snaturata " e cattiverie simili !

    Io personalmente non lo farei mai mi sento piu sicura e a mio agio in ospedale , mio figlio è nato in ospedale a bolzano seguiti da un'ostetrica a dr poco meravigliosa!

    • Rispondi
  • M
    Esperta Agosto 2014 Como
    Marta ·
    • Segnala

    Cavolo, sai che mi sno sempre chiesta cosa succederà se faremo dei figli qui in Germania? torno in Italia? lo faccio qui sola con mio marito? ora però per come mi ha presentato il "pacchetto assistenza tedesco" mi preoccupo decisamente meno!

    cmq mia mamma voleva fare sia me che mio fratello a casa, ma aveva il cerchiaggio e non avrebbe potuto...la cosa piu comica è che ha avuto le doglie per mio fratello un giorno intero e pensava che "avesse mangiato male". per fortuna l'ostetrica del paese le ha fatto notare che erano contrazioni, altrimenti mica se ne accorgeva!

    • Rispondi
  • Morgana
    Super Sposa Giugno 2016 Palermo
    Morgana ·
    • Segnala
    Ultima parte scusa se te lo dico ma sn cavolate... Almeno x come la penso io... Posso aver avuto una gravidanza stupenda.. Senza nessun tipo d pericolo.. Al momento del parto un minimo problema potrebbe diventare un enorme imprevisto, e anche se c fosse l ospedale vicinissimo il tempo potrebbe essere causa di incidenti. È uguale essere gia in ospedale, avendo le persone che t stanno facendo partorire che potrebbero essere le stesse che risolverebbero l eventuale problema che loro stessi sanno da cosa deriva avendoti gia "sotto mano", invece d ritrovarsi ad arrivare in ospedale cn medici all oscuro di tutto? Io nn farei mai qst pazzia ne x me ne x il mio bambino!
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti