Antonella
Sposo Novello Luglio 2021 Napoli

Mi manca la mia famiglia

Antonella, il 9 Agosto 2021 alle 18:52 Pubblicato in Neo-spose 0 41
Salvato
Rispondi
Ragazze ho bisogno di confrontarmi con voi. Mi sono sposata il 14 luglio, siamo partiti per il viaggio di nozze dopo il matrimonio e da due settimane sono entrata in casa con mio marito. Premetto che lo amo immensamente e per anni ho desiderato di sposarlo. Il matrimonio è stato fantastico, proprio come lo sognavo. Ho vissuto delle emozioni indescrivibili, che so che resteranno uniche. Ma allo stesso tempo sento una forte mancanza dei miei genitori, al punto da avere forti crisi di pianto, nonostante ci vediamo tutti i giorni. Mi manca quella che per 25 anni è stata la mia casa, le mie abitudini, quella che era la mia quotidianità. Ho difficoltà ad ambientarmi nella nuova casa ed accettarla come mia. Questa cosa è capitata anche a qualcuna di voi?


41 Risposte

Ultime attività da Loredana, il 13 Agosto 2021 alle 01:29
  • L
    Sposa Abituale Settembre 2021 Palermo
    Loredana ·
    • Segnala
    È normale non preoccuparti io ero la stessa
    • Rispondi
  • Valentina
    Sposa VIP Settembre 2020 Roma
    Valentina Online ·
    • Segnala
    Io quando ho iniziato a convivere ho avuto un po di momenti di tristezza, mi mancava la mia camera, le mie abitudini, anche per questo secondo me è più intelligente prima vivere assieme e poi sposarsi
    • Rispondi
  • Chiara
    Super Sposa Luglio 2021 Roma
    Chiara ·
    • Segnala

    Che ti manchi la famiglia, le abitudini, ci sta.. hai avuto una routine per 25 anni.

    farsi venire una sorta di crisi isteriche/pianto/ecc, scusami ma no, non è normale per nulla.

    • Rispondi
  • Antonella
    Sposa Saggia Maggio 2022 Bergamo
    Antonella ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Finalmente qualcuno che ragiona. Dire che è normale anche no, in teoria le persone adulte e mature dovrebbero riuscire a distinguere la propeia vita da quella con la famiglia d'origine che diventa una vita che ci ha accompagnato, ma che non ê più la nostra. Altrimenti che ci si sposa a fare? Si deve pensare alla propria di famiglia prima di tutto una volta sposati. Dopo verrá il resto. Che non vuol dire voler meno bene ai genitori, ma cambiare le priorità di vita che ovviamente crescono insieme a noi. Io sono andata via di casa per lavoro a 22 anni ed ero felicissima di essere libera di fare ciò che volevo senza più disturbare i miei, e non sono mai più tornata a casa loro. Li vado a trovare, li voglio bene, ma ho la mia splendida vita e non la cambierei. Tra poco meno di un anno mi sposo e direi che la mia vita con il mio fm dovrebbe essere appagante. Se piango perché non sono con i miei genitori, qualcosa non va.
    • Rispondi
  • Eleonora
    Sposa VIP Agosto 2021 Genova
    Eleonora ·
    • Segnala
    Ciao cara! È normale che ti manchi la tua famiglia di origine ed è altrettanto normale che tu ti debba abituare alla casa nuova ed alla tua nuova vita! Quando sono andata a convivere ho vissuto emozioni simili (non da crisi di pianto però, solo malinconia e mille domande conseguenti!)
    Dopo un po’ di mesi però le cose si sono tranquillizzate, vedrai che andrà tutto bene ❤️
    • Rispondi
  • Giovanna
    Sposa Precisa Gennaio 2021 Treviso
    Giovanna ·
    • Segnala
    Ci sta un po' di nostalgia, per quel che mi riguarda il distacco è stato graduale perché per l'università a 19 anni sono andata a vivere fuori casa, poi sono rientrata un paio d'anni dopo la laurea e prima di sposarmi già ho vissuto prima da sola e poi con mio marito...
    Ma tornare a casa da mia mamma è sempre piacevole, tra le mie cose, i miei cani etc...per cui capisco che il passaggio così "all'improvviso" possa essere duro!!
    • Rispondi
  • Elisabetta
    Sposa TOP Novembre 2011 Bologna
    Elisabetta ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Oh, finalmente qualcuna che ha vissuto l'uscita dalla casa dei genitori come l'ho vissuta io 👍👍
    • Rispondi
  • Francesca
    Sposa Saggia Settembre 2021 Ravenna
    Francesca ·
    • Segnala

    E' normalissimo. Ricordo che quando andai a trovare i miei dopo due settimane in casa nuova con FM, solo guardandomi mia madre disse "dai, piangi. Sfogati!" Il cambio di abitudini e organizzazione inizialmente destabilizza. Oggi a quasi tre anni di distanza da quel giorno ti dico che non potrei desiderare quotidianità migliore di quella che ho. Smiley shame

    • Rispondi
  • Enrica
    Sposa Master Luglio 2021 Massa Carrara
    Enrica ·
    • Segnala
    Ci può stare, è normale i primi tempi. Io ho una situazione diversa dalla tua, dovrò seguire mio marito militare in Lombardia, mi trasferisco dalla Toscana, quindi lascerò il lavoro e tutto quello che mi sono costruita nella mia città: amicizie, conoscenze ecc... però ci credi che non vedo l'ora che sia Settembre?? Perché mi voglio vivere la mia normalità come quasi tutti fanno, e non come ora che vedo mio marito ogni morte di Papa. Pensa che lui è rientrato a lavoro il giorno dopo il nostro rientro dal viaggio di nozze e lo vedrò verso la metà di Settembre. Sicuramente ci saranno dei momenti in cui anche a me prenderà la nostalgia di casa, soprattutto se non lavorerò ancora e starò a casa, perché io in quelle zone non conosco nessuno oltre a mio marito, però ci si deve staccare dai genitori e farsi la propria vita e la propria famiglia, secondo me.
    • Rispondi
  • Eleonora
    Sposa Master Dicembre 2022 Treviso
    Eleonora ·
    • Segnala

    Io prima di incontrare il mio fidanzato ero andata a convivere con il mio ex e avevo 22 anni. Io abito al Nord e siamo andati a vivere al Sud quindi proprio distanti e non ho visto i miei per due mesi (la convivenza è durata poco perché lui mi ha tradita). Ma ero contenta di essermene andata via di casa perché potevo vivere come volevo, mangiare quello che volevo, vestirmi come volevo, non dovevo rendere conto a nessuno di quello che facevo, tornavamo tardi alla sera e nessuno ci rompeva le scatole quindi non ho sentito per niente la mancanza. A fine anno (spero anche prima) andrò a convivere con il mio futuro marito (stavolta non vado distante ma sto solo in un altro comune a un quarto d'ora da casa) e non vedo l'ora. Ma tutto questo non è perché non voglio bene ai miei genitori ma perché a settembre compio 25 anni e ormai non ne posso più di vivere in casa con i miei perché voglio la mia autonomia, vivere come voglio e fare quello che voglio come voglio. Vedrai che una volta presa in mano la routine della tua nuova vita tra lavoro, tenere in ordine la casa e quant'altro ti passerà tutto. Organizza anche delle semplici uscite con tuo marito per rendere la cosa più allegra, organizzati con i tuoi amici anche solo tu da sola e piano piano non ne sentirai più la mancanza. Dai su che è bellissimo vivere per conto proprio te ne accorgerai

    • Rispondi
  • EnnePì
    Super Sposa Settembre 2021 Salerno
    EnnePì ·
    • Segnala

    Ciao cara, a me è successo lo stesso, lasciavo mia mamma sola e mi sentivo profondamente in colpa. E' stato così per i primi mesi di convivenza anche perchè non avevo più il lavoro e avevo sempre il pensiero su mia mamma a casa da sola. Passerà, specie quando avrai preso abitudine di casa tua. Perchè io immagino che tu sia ben contenta di avere casa tua e la tua relazione, ma capisco bene il senso di colpa che provi. Datti un po' di tempo, vedrai che tutto prenderà la sua forma e questo senso di tristezza che ora provi, lo dimenticherai. Smiley smile

    • Rispondi
  • Elisabetta
    Sposa TOP Novembre 2011 Bologna
    Elisabetta ·
    • Segnala
    Ma non sei contenta di avere una casa tua e di poterla organizzare come meglio vi piace? Quando mi sono sposata la prima volta ero felice di avere finalmente una casa da gestire in modo autonomo e questo non vuol dire che non fossi affezionata a mia mamma
    Però essere sposata mi faceva sentire più adulta, più donna. Comunque, tu come trascorri le giornate? Lavori? E tuo marito?
    • Rispondi
  • A
    Sposa Saggia Luglio 2021 Milano
    Ambra ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Assolutamente d’accordo con te
    Il mio consiglio infatti è quello di iniziare una terapia con uno psicologo/psicoterapeuta
    • Rispondi
  • Benedetta
    Sposa Precisa Giugno 2022 Teramo
    Benedetta ·
    • Segnala
    È normale per questo sono andata prima a convivere perché passare da casa propria con i genitori a quella da sposata è sempre uno shock
    • Rispondi
  • Deborah
    Esperta Aprile 2022 Milano
    Deborah ·
    • Segnala

    è una cosa normalissima tranquilla Smiley heart è capitato anche a me appena sono andata a convivere con FM.. considera anche che io ho pure lasciato mia madre da sola che è vedova da anni ma non ha mai superato la cosa e mio fratello è in un'altra regione.. io di mio ho cercato di trasferirmi ma non molto lontano da mia mamma e ogni giorno dopo il lavoro passo da lei e la chiamo spesso e il sabato sono sempre con lei quando FM lavora.. ma questo non lo faccio interferire con la mia nuova vita perchè ormai devo creare la mia famiglia..

    Cerca di stare tranquilla, loro non ti abbandonano e saranno sempre con te e puoi vederli quando vuoi!

    • Rispondi
  • Viviana
    Sposo Abituale Dicembre 2021 Napoli
    Viviana ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Sono d’accordo. Puó essere normale sentirsi spaesati all’inizio, piú che altro perchè ci vuole tempo per costruire una nuova routine. Noi conviviamo da 4 anni, entrambi abbiamo vissuto da soli o con estranei, molto lontani dalle rispettive famiglie per frequentare l’università. I primi giorni di convivenza sono stati di passaggio tra l’essere coinquilini e diventare una famiglia.
    Probabilmente, Antonella, vi siete “vissuti” poco prima di sposarvi, vedrai che le cose si sistemeranno.
    • Rispondi
  • Caterina
    Sposa VIP Giugno 2022 Roma
    Caterina ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato

    Grazie al cielo, mi stavo preoccupando con tutti quei "è normale"... penso sia necessario distinguere la normalità da qualcosa che "può accadere a più persone"...

    Poi per carità, mi dispiace che la ragazza stia provando quelle sensazioni e le auguro sia solo una situazione transitoria e che riesca a razionalizzare le sue emozioni! Ma non può e non deve essere la normalità...

    • Rispondi
  • Arianna
    Sposa Precisa Settembre 2021 Palermo
    Arianna ·
    • Segnala
    Cara è normale, lasciare il posto in cui abbiamo vissuto tutta la vita ci destabilizza. Alla morte di mio padre io mia madre e mia sorella abbiamo cambiato casa e siamo andate a vivere con i miei nonni per sentirci meno sole. L’ho presa malissimo e tutt’ora ogni tanto torno nella mia vecchia casa, ormai vuota, e provo sempre un leggero senso di tristezza sul cuore, un misto tra malinconia e nostalgia. Quando poi sono andata a convivere l’effetto è stato completamente opposto. Non è la convivenza in se per se, secondo me, è proprio l’idea di lasciare il posto in cui siamo cresciute che ci fa sentire spaesate e fuori luogo, la tua camera, il tuo bagno, il tuo angolo personale, il tuo balcone, tutti i tuoi ricordi sono lì e non è facile staccarsene mentalmente. Ma vedrai che piano piano il nuovo appartamento lo sentirai sempre più tuo e comincerai a sentirti sempre più a casa. ❤️
    • Rispondi
  • Katia
    Super Sposa Maggio 2021 Siena
    Katia ·
    • Segnala
    Scusate ma tanto "normale" non è... Le persone che hanno di questi problemi vengono in terapia solitamente.. Le donne che hanno un sano attaccamento con le figure genitoriali, hanno raggiunto il giusto livello di separazione affettiva e costruito una buona relazione con il partner, sono ben felici di andarsene e creare una famiglia propria.. Se non è così, al punto da piangere, starci male e prendersela con il marito o la moglie (perché succede anche agli uomini), bisognerebbe approfondire cosa c'è davvero dietro a tutto questo.. Poi sì, magari col tempo passa comunque, ma non diciamo che è "normale" vivere così i primi mesi o anni di matrimonio..
    • Rispondi
  • H
    Sposa Abituale Agosto 2021 Cagliari
    HopeBride ·
    • Segnala
    No, anzi.. Sto benissimo e non sento alcuna mancanza. Andiamo a trovarli una volta alla settimana 😊
    • Rispondi
  • Federica
    Sposa TOP Dicembre 2017 Torino
    Federica Online ·
    • Segnala
    Anche io sono andata via di casa più o meno alla tua età, un po’ di mancanza sicuramente ma ero molto felice della mia nuova indipendenza e della vita a due. Forse ci si concentra troppo sul giorno del matrimonio senza pensare che quello é solo l’inizio, che il matrimonio vero e proprio inizia dal giorno dopo 😊
    • Rispondi
  • Veronica
    Sposa VIP Ottobre 2020 Genova
    Veronica ·
    • Segnala
    No anche perché sono andata a vivere da sola a 19 anni a 25 siamo andati a convivere e a 29 ci siamo sposati, ma credo che chi faccia il passaggio diretto forse abbia più difficoltà, poi dipende tanto anche come sei stata cresciuta e abituata, i miei fortunatamente ci hanno lasciato sempre molto liberi e resi indipendenti presto (anche mio fratello è andato a vivere da solo presto aveva 21 anni), mia mamma anche mi ha detto che quando aveva sposato mio papà tornati dal viaggio di nozze l’ha guardato al mattino ed è scoppiata a piangere 😅 poi passa 🤣
    • Rispondi
  • Lolla
    Sposa TOP Agosto 2021 Pescara
    Lolla ·
    • Segnala
    Io sono ormai 15 anni che non sto più a casa dei miei, ma penso sia normalissimo... datti tempo.. piangi e sfogati.. vedrai che ti ambienterai e inizierai a realizzare che quella è la tua vita ed è proprio come la volevi ❤️
    • Rispondi
  • V
    Sposo Abituale Settembre 2021 Siracusa
    Vanessa ·
    • Segnala
    Ciao Antonella! Anche io ho sofferto quando sono andata via di casa. Penso sia normale 😘
    • Rispondi
  • Cristina
    Sposa Master Settembre 2020 Lecce
    Cristina ·
    • Segnala
    Poi altro consiglio che posso darti visto e una casa in cui nn hai mai vissuto, di comprare cose che ti piacciono e renderla un po' tua. La visione di qsto ti farà sentire meglio, più a casa.
    • Rispondi
  • Viviana Amorfini
    Sposa Precisa Settembre 2021 Milano
    Viviana Amorfini ·
    • Segnala
    Tesoro io mi sposo tra un mese ma convivo da 2 anni, anche io ho sentito tanto la mancanza di casa, e tuttora mi mancano, li vedo una volta a settimana, ma ti assicuro che è dovuto solo ad un forte cambio di abitudini, vedrai che riuscirai ad ambientarti, io ci ho messo dei mesi per sentirla casa mia, e ogni volta che entro a casa dei miei sento che comunque anche quella è e sará sempre casa mia... Solo questione di abitudine, e ognuno ha i suoi tempi, non preoccuparti se ti senti così, e poi è davvero poco che hai iniziato questa nuova vita, datti tempo 🥰
    • Rispondi
  • Cristina
    Sposa Master Settembre 2020 Lecce
    Cristina ·
    • Segnala
    Pensa che misi anche io un post qui analogo al tuo prk nn riuscivo a capire cosa stava accadendo, avevo bisogno di consigli, mi sentivo di impazzire. Diciamo io l' ho presa peggio prk qsta e casa mia dove vivevo cn la mia famiglia e la mia vita. Me la prendevo cn lui prk davvero nn stavo bene, era cm se lui fosse entrato ad invadere il mio spazio vitale, le mie cose, la mia casa. Purtroppo accade molto spesso qste situazioni ma col tempo credimi passano!
    • Rispondi
  • Cristina
    Sposa Master Settembre 2020 Lecce
    Cristina ·
    • Segnala
    La mia esperienza, mi sono sposata l anno scorso, matrimonio meraviglioso anche se preparativi difficili causa inizio pandemia, quindi stress continui.. sono rimasta nella mia casa, nella mia quotidianità e cn tutte le cose che ci sono dentro di una vita, i miei sono andati a vivere nell' altra casa. Ecco, dp una settimana dal matrimonio mi sono sentita spaesata cn un "estraneo" ( mio marito) in casa mia, mi svegliavo e lo vedevo li, nn ero più nel mio lettino nella mia camera da sola, non mi sentivo indipendente come prima, mi son sentita come se mi avessero imposto una quotidianità con una persona con cui nn ho mai convissuto e quindi cose totalmente differenti, mi mancavano i miei in questa casa con la solita quotidianità, e stato difficile ma poi con il tempo e con la pazienza nell' affrontare la.NUOVA quotidianità, ora a distanza di un anno sento la mia nuova famiglia e ho ritrovato la mia indipendenza e quotidianità naturale. La mia famiglia ci vediamo sempre. Ti capisco ma ti dico che e normale, hai bisogno del tuo tempo, cosa che io dissi a mio marito, dammi tempo devo abituarmi. Un abbraccio.
    • Rispondi
  • Isidora
    Esperta Settembre 2022 Reggio Calabria
    Isidora ·
    • Segnala
    Mi accodo a tutte le altre per dirti che è normale e che passerà … prenditi i tuoi spazi e magari prova ad arredare un piccolo angolo di casa in modo da sentirla più tua !
    • Rispondi
  • Eleonora
    Super Sposa Settembre 2021 Milano
    Eleonora ·
    • Segnala
    Ciao Antonella.. ti capisco non ti preoccupare, vedrai che passerà! Io sono andata a convivere 2 anni fa.. la sera prima di andare a convivere ho realizzato che quella sarebbe stata l’ultima sera in cui avrei dormito nel mio letto, che la mattina dopo sarebbe stata l’ultima in cui avrei trovato mia mamma in cucina appena sveglia.. guarda una tragedia piangevo a dirotto! 😭😭 eppure ero felicissima di andare finalmente a convivere con il mio futuro marito, ma nello stesso tempo ero così triste di lasciare la mia famiglia, mia mamma mio papà e il mio cane (per vari motivi non ho potuto portarlo con me)…
    Io e mia mamma poi siamo l’una l’ombra dell’altra e mi sentivo come se la stessi abbandonando nonostante lei fosse felicissima per me.. la prima settimana e’ stata difficilissima per me, ti ripeto ero felice ma mi mancava tutto, il mio cagnolino che gironzolava per casa, mia mamma sempre lì, mio padre che rientrava da lavoro.. insomma un disastro.. anch’io non mi sentivo in casa mia, era tutto nuovo.. ma poi ho incominciato ad avere le mie nuove abitudini, i miei nuovi spazi, la mia nuova quotidianità con mio fm.. e tutto e’ passato!
    tutto questo per dirti che e’ normale, vedrai che passerà, ti serve solo un pochino di tempo.. e vedrai che poi non vorrai più tornare a casa dai tuoi! Nonostante tutto l’amore che possiamo provare per loro 🥰🥰
    • Rispondi
  • Gabriella
    Sposa Precisa Luglio 2016 Verbania
    Gabriella ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Grazie Angela ♥️ (Ti chiami come la mia amata nonna, venuta a mancare nove mesi fa). Credo fermamente in quello che ho scritto, possiamo essere tutto: figlie, donne lavoratrici, casalinghe, mamme, mogli, compagne. Lontane e vicine, comunque sempre presenti. Fortunatamente viviamo nel 2021 e le tecnologie aiutano.
    Nel caso della ragazza di questo post, Antonella, lei ha comunque i genitori vicini quindi mi sento di rassicurarla e di vivere serenamente l’evolvere naturale della sua vita. 🥰
    • Rispondi
  • Angela
    Sposa Master Luglio 2021 Napoli
    Angela ·
    • Segnala
    Visualizza messaggio citato
    Che belle parole, le trovo estremamente vere.
    Penso che le sensazioni e i sentimenti dell’autrice del post siano genuine e comprensibili. Anche io ho “lasciato” i miei genitori (sono figlia unica) per andare a vivere con mio marito a 850 km di distanza da casa..ed era la cosa che più desideravo.
    Mi mancano tanto i miei genitori, ancor più perché so che loro “stanno male” per la mia assenza ma cercherò di essere presente e scendere giù quando possibile, ed inoltre di renderli partecipi della mia vita anche da lontano. Non è facile ma nei momenti di “down”Occorre stringere i denti e cercare di superare..non c’è cosa più bella della nascita di una nuova famiglia
    • Rispondi

Hai votato . Scrivi un commento con i motivi della tua preferenza 👇

×

Articoli che potrebbero interessarti